Autore:
Alessandro Codognesi

FINALMENTE Sembra che qualcuno finalmente ci abbia pensato: il Movimento 5 Stelle ha proposto la legge per bonificare i cosiddetti guard-rail assassini, quelli che i motociclisti vedono come il fumo negli occhi per la loro intrinseca pericolosità. A onor del vero, è parecchio tempo che realtà come l’Ancma combattono per la causa, e grazie a grillini è finalmente passata l’idea che i guard-rail, oltre a contenere i mezzi in caso di perdita di controllo, debbano anche avere una funzione salvifica nei confronti dei motociclisti.

TEMPO AL TEMPO Circa un mese Michele dell’Orco, deputato M5S, ha presentato la risoluzione alla Commissione dei Trasporti, che oggi ha dato il proprio nulla osta. I guard-rail attuali, infatti, non sono progettati e testati per l’impatto con un motociclo, come mostrano chiaramente le paurose statistiche. Da queste ultime, emerge che la lamiera dei guard-rail può fare danni enormi al corpo umano, totalmente in balia di vere e proprie lame.

WAITING FOR Ora, non rimane che attendere che l'iter vada avanti. Considerato che il 30% degli incidenti fatali riguardano i centauri e che una larga parte dei ferimenti sono causati proprio dai guard-rail, non possiamo che unirci al coro di chi auspica che il provvedimento vada in porto, perché prima della politica deve esserci la sicurezza garantita per ogni occupante della strada. Ovviamente, l’ostacolo più grosso per mettere in sicurezza i guard-rail è la mancanza di fondi, che finora vengono direttamente dalle casse delle amministrazioni locali. Staremo a vedere chi e come si impegnerà nell’impresa.