Anteprima:

Kawasaki ER-6f


Avatar Redazionale , il 01/09/05

16 anni fa - La media Kawasaki si mette il vestito lungo

Dopo aver mostrato le pudenda, la ER-6 si veste di tutto punto trasformandosi in una interessante sport-touring. Stessa base tecnica ma più attitudine al viaggio.


UNA FAMIGLIA DI ER Quando, in occasione della presentazione dinamica della ER-6n, chiedemmo se a questa sarebbero seguite altre moto, ai silenziosi giapponesi spuntava un sorriso che era più di una ammissione. Non abbiamo dovuto aspettare nemmeno tanto, un paio di mesi in tutto ed ecco arrivare la sorella pudica ER-6f. Tutta vestita da una carenatura integrale, la "f" si propone quindi come moto più attenta ad un utilizzo a tutto tondo, turismo compreso. È una Sport Touring entry level, sicuramente avrà un prezzo contenuto e viste le ottime premesse emerse dal test austriaco della sorella nuda, anche sul piacere di guida c'è da ben sperare. Anche perché la base è assolutamente identica: stesso telaio, stesso forcellone, stesso ammortizzatore piazzato li, di lato, stesso scarico sotto al motore.


DUE PARALLELI

E, naturalmente, stesso motore. Il bicilindrico parallelo da 650 cc, da 72 cavalli alimentato ad iniezione e già omologato Euro 3, sarà il cuore anche della ER-f, moto che certamente sarà molto ambita nei paesi di lingua tedesca per la sua versatilità, e anche qui da noi potrebbe attrarre chi magari ha già buttato l'occhio sulla Z 750 S, rispetto alla quale la ER ha sì un po' di cavalli in meno ma avrà anche un prezzo ancor più concorrenziale. Assieme alla carenatura integrale (il faro è lo stesso della Z1000)arriva anche una differente strumentazione con due orologi analogici, mentre sono confermati i freni con dischi a margherita e anche la versione con ABS. Se vorrete vederla dal vivo sappiate che sarà esposta a Parigi e a Milano.
Pubblicato da Stefano Cordara, 01/09/2005
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox