Anteprima:

Honda Transalp 2008


Avatar Redazionale , il 28/09/07

14 anni fa - Dopo vent'anni cambia tutto

A vent'anni dalla nascita, la Transalp si rinnova nei contenuti senza snaturare lo spirito che l'ha resa tanto apprezzata. Motore quattro valvole e ruota anteriore da 19" le principali novità.


VENT'ANNI IN GIRO PER IL MONDO
Il progetto Transalp, in auge ormai dal 1987, è sempre passato attraverso le mode restando sempre fedele alla propria filosofia di moto All Round (un segmento nato praticamente grazie a lei) e adatta ad un utilizzo realmente polivalente. Anche la nuova versione non si distacca dai concetti ispiratori, ma di sicuro la Transalp 2008 è quella che nel corso della sua storia ha subito le maggiori evoluzioni tecniche.

PIÙ POTENTE E PULITA A partire dal motore, il V2 di 52° vera pietra miliare tra i propulsori Honda guadagna qualche centimetro cubo (adesso siamo a 680) l'ormai immancabile alimentazione ad iniezione PGM FI e nuove teste a quattro valvole (prima erano a tre) che permettono di dare alla moto un maggior brio nonostante l'omologazione Euro 3. Il motore è in pratica quello che già monta la Deauville e in questa configurazione è capace di 60 cv a 7.750 giri con una coppia di 60 Nm a 5.500 giri.


RUOTA PICCOLA
La vera novità ciclistica è invece rappresentata dall'arrivo della ruota anteriore da 19" che assicura una guida più efficace su strada, cosa buona e giusta visto che questa moto è utilizzata per il 99% dei casi su asfalto. Qualche purista della ruota da 21 storcerà magari il naso, ma in Honda giurano che la Transalp non ha perso la propria vocazione agli sterrati. Più moderna anche la sezione del pneumatico posteriore, ora un radiale da 130/80 mentre telaio e sospensioni non presentano modifiche sostanziali rispetto al modello precedente.

SOPRA È DIVERSA Sebbene il family feeling con le "vecchie" Transalp sia evidente, la nuova bicilindrica Honda ha sovrastrutture completamente nuove, la carena si fa più compatta, la sella più sottile e sagomata (per toccare meglio a terra), la strumentazione è di tipo analogico-digitale, e anche il serbatoio si riduce in dimensioni (e capacità, -1,5 litri ora sono 17,5) per offrire una posizione di guida più ergonomica. Confermato in toto l'impianto frenante con tre dischi e pinze flottanti passano da due a tre pistoncini per la versione con CBS e ABS.


Pubblicato da Stefano Cordara, 28/09/2007
Gallery
Logo MotorBox