MotoGP 2009:

Gran Premio di Germania


Avatar Redazionale , il 19/07/09

12 anni fa - Il toboga di Sassonia vede un altro corpo a corpo tra i due moschettieri del team Fiat Yamaha. Rossi è ancora una volta davanti e allunga anche in classifica su un Lorenzo sempre più aggressivo. Pedrosa e Stoner convincono, ma il mondiale ormai sembra un

Il toboga di Sassonia vede un altro corpo a corpo tra i due moschettieri del team Fiat Yamaha. Rossi è ancora una volta davanti e allunga anche in classifica su un Lorenzo sempre più aggressivo. Pedrosa e Stoner convincono, ma il mondiale ormai sembra un affare in famiglia... Yamaha. Per gli altri sono le briciole (anche di visibilità).


POCHI? BUONI! Diciamo la verità la Moto Gp ha una griglia ridicola ma a Ezpeleta frega poco o niente. A lui probabilmente basterebbe una griglia a 4 basta che i quattro in questione siano Rossi, Pedrosa, Stoner e Lorenzo. Perché se quest'anno assistiamo a gare spettacolari e a duelli ravvicinati si deve solo a questi quattro autentici talenti, piloti un gradino sopra a tutti. Un pur bravo (e veloce in Germania) De Angelis è, infatti, arrivato a 21 secondi dal primo un'enormità in un microcircuito in cui si gira in 1:22. Insomma, esiste la Moto GP dei campioni e quella degli "altri". Inserirsi tra questi quattro è difficile, per non dire impossibile.

DOVIDISASTRO Chiedere a Dovizioso per conferma, il forlivese è dall'inizio dell'anno che ci prova a stare li davanti, ma non ne azzecca una. Ha arrancato in prova come Pedrosa ma in più ha sbagliato la scelta della gomma anteriore che è andata in brandelli. Peccato perché stavolta per la gara sembrava esserci anche lui. E nella MotoGP dei campioni ce n'è uno che è più campione degli altri e che, ogni volta che gli si presenta occasione, ci tiene a ricordarlo agli arrembanti galletti che vogliono scalzarlo dal trono.


DOTTORE DI GERMANIA Rossi in Germania ha corso in modo perfetto, ha giocato una guerra di nervi continua con il compagno di squadra togliendogli la pole all'ultimo secondo sul bagnato (e non di poco), ha condotto una gara magistrale lottando con Stoner prima, e gestendo ancora una volta il corpo a corpo con Lorenzo in modo impeccabile. E se contiamo che questa è una pista dove ha sempre sofferto c'è da farsi delle domande, quando arriveranno piste a lui più congeniali chi potrà fermarlo?

ALLUNGO IN CLASSIFICA Al momento quindi la classifica dice +16 su Lorenzo, un arrabbiatissimo Lorenzo che dà fondo a tutto quanto imparato nei corsi di recitazione per non far trasparire la delusione per la sconfitta. A vederlo in questo momento, dunque, il mondiale sembra sempre più affare loro, perché Jorge ci proverà ancora e ancora statene certi e questo porterà ad un campionato bellissimo perché per vedere un Rossi (che cerca l'ultima sfida da vincere, battere un talento con la stessa moto e le stesse gomme) così, serve anche un Lorenzo così, due piloti fantastici.


STONER FATICA Stoner è ancora un leone e al Sachsenring sembra non aver accusato problemi fisici. Ne ha avuti però di gomme il che lo ha fatto scendere da quel podio da cui non bisogna mai scendere per ambire al mondiale. Punti pesanti ne fa sempre Casey, ma ormai è da un po' che manca dai primissimi posti.

DANI RAMPANTE Invece davanti ci è tornato Pedrosa che conferma di essere completamente ristabilito e che la vittoria di Laguna Seca non è arrivata per caso. Peccato che anche lui abbia avuto qualche problemino come Stoner perché altrimenti la gara di Sassonia sarebbe stata davvero storica.


DUBBIO AMLETICO? Intanto però davanti c'è ancora Rossi, sempre più leader di una Yamaha ormai perfetta macchina di vittorie, che rischia davvero di perdere Jorge che vuole avere lui la prima guida. Per lui due possibilità: o cambia aria e va alla Honda o inizia a scalare la montagna Yamaha vincendo i confronti diretti con il pericoloso compagno di squadra che sta "al di la del muro"… al momento però la partita degli scontri diretti Rossi-Lorenzo vede l'italiano in vantaggio per 6 a 3… voi, foste al posto di Jorge cosa scegliereste?
Pubblicato da Stefano Cordara, 19/07/2009
Gallery
Logo MotorBox