Pubblicato il 12/07/20

SHWARTZMAN CAPOCLASSIFICA Visibilmente emozionato, dopo la prima vittoria alla terza presenza in Formula 2 con dedica al padre recentemente scomparso, Robert Shwartzman ha preso il comando della classifica generale della serie cadetta dopo la gara del sabato sul circuito di Spielberg. Nel secondo week end di gare in Austria, sotto la denominazione di Gran Premio della Stiria, il russo di casa Prema ha messo tutti dietro di sé nella gara lunga del sabato tormentata dalla pioggia. Pasticcio invece in gara 2 dove si è girato da solo vanificando un buon bottino di punti.

PARTENZA RITARDATA E' partita nel tardo pomeriggio la corsa che vedeva il pupillo Red Bull Yuki Tsunoda in pole. Il pilota del team Carlin ha visto vanificata la vittoria nella fase dei pit stop dove è emerso che avrebbe sbagliato la finestra di ingresso a causa di malfunzionamenti della radio. Tsunoda ha provato a ricucire, riportandosi davanti a Callum Ilott - capoclassifica uscente dopo il primo week end di gare - e Guan Yu Zhou, quest'ultimo desideroso di dimenticare in fretta le prime due gare del campionato. Ma Shwartzman che era nel frattempo passato al comando era ormai imprendibile. Giù dal podio Mick Schumacher, alle calcagna di Zhou. Nonostante la pioggia torrenziale a caratterizzare l'intero sabato del week end austriaco, l'unico ritiro registrato è stato quello di Artem Markelov, insabbatosi nel giro di schieramento in griglia.

FUORI I PROTAGONISTI IN GARA 2 E' stata una corsa priva di emozioni e molto lineare la seconda della Formula 2 dopo che i protagonisti hanno accusato noie tecniche. E' durata una curva la gara di Robert Shwartzman che si è girato da solo. Il russo, nonostante lo stop rimane al comando della classifica generale. Buona la partenza di Dan Ticktum dalla pole, ma dopo un paio di tornate l'esordiente Christian Lundgaard lo ha infilato senza esitazioni. Il danese del vivaio Renault ha condotto il resto della gara senza lasciar avvicinare l'inglese che anzi è parso andare di conserva e a tratti alle prese con qualche bloccaggio di troppo in frenata.

SFORTUNATO MICK SCHUMACHER Alle loro spalle Marcus Armstrong è stato superato da Mick Schumacher, ma poco dopo il tedesco ha infilato la corsia box a causa dell'estintore che è partito autonomamente inondandolo di schiuma. La rivelazione Yuki Tsunoda si è accodato ai ritirati per noie tecniche accusando guai alla frizione mentre Marino Sato ha abbandonato la monoposto ancor prima di arrivare in pit lane. Ci ha provato sul finale Callum Ilott a sopravanzare Guan Yu Zhou, ma il cinese è rimasto davanti senza salire però sul podio.

IN FORMULA 3 VITTORIE DI VESTI E POURCHAIRE Anche la Formula 3 ha ripetuto il week end in Austria con il secondo giro di doppie gare che ha visto vincitori Frederik Vesti e Theo Pourchaire. Il primo si è imposto nella gara del sabato condizionata dalla forte pioggia e dichiarata conclusa dopo soli undici giri con il danese che ha resistito al comando tra una safety car e l'altra. Nella corsa della domenica il colpo di scena è avvenuto a tre giri dalla fine, quando l'esperto Jake Hughes ed il giovane protetto della Red Bull Liam Lawson sono entrati in contatto spalancando la porta a Pourchaire che ha colto il primo successo davanti a Logan Sargeant e David Beckmann. Leader della classifica di generale fin dalla prima corsa stagionale è Oscar Piastri.

Stiria, Gara 1

1. Robert Shwartzman - Prema Powerteam - 36 giri
2. Yuki Tsunoda - Carlin - 1.512
3. Guan Yu Zhou - UNI- Virtuosi - 18.228
4. Mick Schumacher - Prema Powerteam - 18.367
5. Callum Ilott - UNI-Virtuosi - 20.766
6. Christian Lundgaard - ART GP - 22.271
7. Marcus Armstrong - ART GP - 24.710
8. Dan Ticktum - DAMS - 28.851
9. Jack Aitken - Campos Racing - 31.738
10. Sean Gelael - DAMS - 32.102
11. Luca Ghiotto - Hitech GP - 33.012
12. Jehan Daruvala - Carlin - 35.430
13. Felipe Drugovich - MP Motorsport - 38.963
14. Nikita Mazepin - MP Motorsport - 42.978
15. Roy Nissany - Trident - 53.122
16. Marino Sato - Trident - 54.292
17. Nobuharu Matsushita - MP Motorsport - 54.659
18. Pedro Piquet - Charous Racing - 1'02.481
19. Louis Deletraz - Charouz Racing - 1'11.498
20. Guilherme Samaia - Campos Racing - 1 giro
21. Giuliano Alesi - HWA Racelab - 1 giro

Non partito
Artem Markelov - HWA Racelab

Stiria, Gara 2

1. Christian Luundgaard - ART GP - 28 giri
2. Dan Ticktum - DAMS - 2.063
3. Marcus Armstrong - ART GP - 10.226
4. Guanyu Zhou - UNI-Virtuosi - 10.944
5. Callum Ilott - UNI-Virtuosi - 11.534
6. Jack Aitken - Campos racing- 20.458
7. Sean Gelael - DAMS - 22.955
8. Nikita Mazepin - Hitech GP - 23.632
9. Jehan Daruvala - Team Carlin - 24.180
10. Luca Ghiotto - Hitech GP - 27.770
11. Nobuharu Matsushita - MP Motorsport - 28.381
12. Louis Deletraz - Charouz racing - 29.247
13. Felipe Drugovich - MP Motorsport - 32.770
14. Pedro Piquet - Charouz racing - 34.113
15. Giuliano Alesi - HWA Racelab - 41.821
16. Artem Markelov - HWA Racelab - 49.240
17. Guilherme Samaia - Campos racing - 50.818
18. Roy Nissany - Trident racing - 1'11.311

Ritirati
14° giro - Mick Schumacher
10° giro - Yuki Tsunoda
2° giro - Marino Sato
1° giro - Robert Shwartzman


TAGS: schumacher formula 2 Ilott Zhou Shwartzman Prema stiria tsunoda lundgaard