Pubblicato il 09/08/20

ILOTT CAPOCLASSIFICA Il secondo week end inglese della Formula 2 sul circuito di Silverstone arride al pilota locale Callum Ilott. L'alfiere del team UNI-Virtuosi, tra le file del Ferrari Driver Academy, ha comandato la gara lunga del sabato scalzando proprio Robert Shwartzman che è finito in terza posizione nella classifica generale. Ilott ha fatto il ritmo al sabato partendo bene dalla pole - diversamente dallo scorso fine settimana - e tagliato il traguardo con un distacco abissale sugli altri.

SECONDO LUNDGAARD Dietro ad Ilott ha chiuso il pilota ART Christian Lundgaard con un ritardo dal leader di oltre otto secondi. Questo divario è emerso dopo il pit stop obbligatorio, con Ilott che è risultato imprendibile. Gradino basso del podio per Jack Aitken che centra il primo podio nella serie cadetta. Alle sue spalle Nikita Mazepin che non ha saputo ripetere il successo della scorsa settimana ma ha avuto la meglio su Louis Deletraz nelle ultime tornate. Subito dietro Yuki Tsunoda. A seguire Mick Schumacher e Robert Shwartzman autori di una prima gara sottotono, preludio di un momento difficile che alla domenica ha chiuso in negativo il week end inglese del team italiano.

CONTATTO SHWARTZMAN-SCHUMACHER L'inversione dei primi otto della gara del sabato a determinare la griglia di partenza di gara 2 poteva concedere a Shwartzman l'occasione ghiotta per ribaltare a suo favore la situazione. Impeccabili al via, i due hanno fatto subito il vuoto. Ma quando Shwartman ha cominciato a patire il degrado delle gomme, Schumacher ha cominciato ad attaccarlo. A due tornate dal termine il tedesco ha provato l'attacco in esterna stringendo il compagno ed il contatto è stato inevitabile. Difficile stabilire di chi fosse davvero la colpa, tanto che la direzione di gara non ha preso decisioni. Salvo dunque il secondo posto di Schumacher, che nonostante la botta ricevuta da Shwartzman non ha forato le gomme posteriori. Sornione invece Yuki Tsunoda che ringrazia e sale sul gradino più alto del podio dopo il contatto fratricida dei due che gli ha consegnato la testa della corsa. Ancora a podio Jack Aitken, sesto Ilott. Grintoso, ma due volte giù dal podio, Louis Deletraz. Gare avare di soddisfazioni anche per Luca Ghiotto, decimo nella gara domenicale.

SITUAZIONE DI CLASSIFICA Il secondo week end di Silverstone ha rilanciato la stagione di Callum Ilott che ora guarda tutti dall'alto dei suoi 106 punti. Diciannove punti più indietro troviamo Christian Lundgaard, due lunghezze più avanti di Shwartzman che ha chiuso la seconda trasferta inglese con un totale di  4 punti incamerati. Se il russo non controbatterà prontamente all'allungo dell'inglese, la sua apertura di stagione potrebbe essere vanificata e il campionato potrebbe prendere la strada di Ilott.

IN FORMULA 3 SUCCESSI DI SARGEANT E VISCAAL Nella categoria minore si sono imposti Logan Sargeant e Bent Viscaal. Il primo, pilota del team Prema, ha dominato gara 1 non facendo avvicinare troppo l'esperto Jake Hughes, quest'ultimo tallonato da Liam Lawson. Nella seconda corsa affermazione di Viscaal che ha superato sul finale Lirim Zendeli, bravo quest'ultimo al via a beffare Ben Barnicoat portandosi davanti a tutti.

Silverstone 2, Gara 1 (top ten)

Pos. Pilota Team Gap
1 Callum Ilott UNI-Virtuosi 29 giri
2 Christian Lundgaard ART GP 8.574
3 Jack Aitken Campos Racing 12.303
4 Nikita Mazepin Hitech GP 15.020
5 Louis Deletraz Charouz Racing 16.644
6 Yuki Tsunoda Carlin 17.010
7 Mick Schumacher Prema Racing 19.232
8 Robert Shwartzman Prema Racing 20.033
9 Guan Yu Zhou UNI-Virtuosi 20.428
10 Felipe Drugovich MP Motorsport 24.127

Silverstone 2, Gara 2 (top ten)

Pos.  Pilota Team Gap
1 Yuki Tsunoda Carlin 21 giri
2 Mick Schumacher Prema Racing 3.120
3 Jack Aitken Campos Racing 17.993
4 Louis Deletraz Charouz Racing 20.528
5 Guan Yu Zhou UNI-Virtuosi 21.059
6 Callum Ilott UNI-Virtuosi 22.154
7 Dan Ticktum DAMS 22.913
8 Nikita Mazepin Hitech GP 25.201
9 Jehan Daruvala Carlin 28.672
10 Luca Ghiotto Hitech GP 29.066

TAGS: silverstone mick schumacher formula 2 Callum Ilott Robert Shwartzman yuki tsunoda