Pubblicato il 31/05/21

IL RITORNO DI CASTRONEVES Spider-man è tornato e si è arrampicato di nuovo sulle reti dell'ovale più famoso d'America. Helio Castroneves ha vinto la 500 miglia di Indianalis disputatasi ieri in serata, guadagnando - ora che non corre neanche più a tempo pieno - il diritto di entrare ancor di più tra le leggende dell'Indycar. Il brasiliano ha colto con il piccolo team Meyer/Shank Racing il suo quarto successo ad Indianapolis. La gara è stata molto tirata, ed intervallata solamente da due neutralizzazioni. Nel complesso i volti nuovi hanno ben figurato mentre i piloti della vecchia scuola hanno avuto qualche difficoltà in più.

BAGARRE FINALE CON PALOU A contendersi la vittoria nell'ultima metà di sara sono stati Alex Palou e Castroneves. I due si sono dati battaglia alternandosi al comando fino allo sventolare della bandiera a scacchi dopo l'ultima tornata di pit stop. A due giri dalla fine il brasiliano ha infilato il giovanissimo rivale e non lo ha fatto più avvicinare fino alla fine. Ottimo, nonostante il successo sfuggito, il rendimento dello spagnolo che comanda la classifica generale ed è stato il pilota di casa Ganassi meglio piazzato al traguardo. Il team Penske è riuscito ad inserire sul finale un pilota sul podio, Simon Pagenaud. Il francese ha infilato nelle ultime tornate Pato O'Ward che deve così cedere e accontentarsi della quarta piazza. Nella top five si è classificato anche Ed Carpenter, titolare dell'omonimo team ed al via solo sugli ovali. Detto dei giovani che hanno ben figurato va nominata la bella performance di Santino Ferrucci e Sage Karam - entrambi presenze spot a Indy - che hanno concluso in sesta e settima posizione davanti a Rinus Veekay. Il vincitore dell'Indy GP due settimane fa ha comandato brevemente nelle fasi di avvio. Nella top ten Juan Pablo Montoya davanti a Tony Kanaan, anch'essi al via solamente della 500 miglia.

GIORNATA NO DI ANDRETTI, GUAI PER DIXON La gara del team Andretti Autosport è stata veramente difficile con Colton Herta, che scattava dalla prima fila, primo al traguardo in sedicesima posizione. Alexander Rossi, al pari di Scott Dixon (Ganassi) si è ritrovato a secco di carburante quando Stefan Wilson - altra entry di Andretti - è finito in testacoda entrando in pit lane. Costretti a fermarsi pur con pit lane chiusa i due hanno fatto una sosta di emergenza per imbarcare il minimo quantitativo di etanolo imposto per poi tornare ad effettuare il vero pit stop. I due sono però scivolati nelle retrovie dovendo chiedere assistenza per ripartire essendo rimasti letteralmente a secco. Testacoda in corsia box anche per Simona De Silvestro.

BRIVIDO CONOR DALY Gara molto lineare ma non è mancato il brivido ad Indianapolis quando Graham Rahal, uscendo dal pit stop, è finito contro le barriere. L'incidente è stato causato dalla gomme posteriore sinistra non correttamente avvitata. Quest'ultima è ritornata nella traiettoria di gara venendo centrata sul musetto dal sopraggiungente Conor Daly. Fortunatamente nessuna conseguenza per l'americano che era stato anche al comando, ma da quel momento è scivolato indietro pur mantenendo il musetto malconcio fino alla fine. Problemi tecnici invece per Will Power, in alcuni momenti lento e poi in grado di ripartire.

Indy 500, Gara

Pos. Pilota Team Gap
1 Helio Castroneves Meyer/Shank 200 giri
2 Alex Palou Chip Ganassi Racing 0.493
3 Simon Pagenaud Team Penske 0.563
4 Pato O'Ward Schmidt/McLaren 0.941
5 Ed Carpenter Ed Carpenter racing 1.242
6 Santino Ferrucci Rahal/Lettermann 9.088
7 Sage Karam Dreyer&Reinbold 13.436
8 Rinus Veekay Ed Carpenter racing 14.242
9 Juan Pablo Montoya Schmidt/McLaren 14.881
10 Tony Kanaan Chip Ganassi Racing 15.443
11 Marcus Ericsson Chip Ganassi Racing 16.517
12 Josef Newgarden Team Penske 22.305
13 Conor Daly Ed Carpenter racing 22.692
14 Takuma Sato Rahal/Lettermann 23.296
15 JR Hildebrand AJ Foyt Racing 23.528
16 Colton Herta Andretti autosport 28.803
17 Scott Dixon Chip Ganassi Racing 38.641
18 Jack Harvey Meyer/Shank 40.157
19 Marco Andretti Andretti autosport 40.359
20 Scott McLaughlin Team Penske 40.834
21 James Hinchcliffe Andretti autosport 40.846
22 Ryan Hunter-Reay Andretti autosport 41.576
23 Dalton Kellett AJ Foyt Racing 1 giro
24 Max Chilton Carlin 1 giro
25 Pietro Fittipaldi Dale Coyne Racing 1 giro
26 Sebastien Bourdais AJ Foyt Racing 1 giro
27 Felix Rosenqvist Schmidt/McLaren 1 giro
28 Ed Jones Dale Coyne Racing 1 giro
29 Alexander Rossi Andretti autosport 2 giri
30 Will Power Team Penske 3 giri
  Ritirati    
  Simona De Silvestro Paretta Autosport 170° giro
  Graham Rahal Rahal/Lettermann 119° giro
  Stefan Wilson Andretti autosport 33° giro

TAGS: rossi indianapolis indycar Indy 500 Andretti Veekay Ganassi Dixon palou castroneves shank