Pubblicato il 11/10/20

TRAGEDIA Una bruttissima notizia per il mondo dei rally arriva dal Portogallo: la giovane navigatrice Laura Salvo, 22 anni il prossimo 7 novembre, è morta sabato mattina a seguito di un incidente avvenuto durante la prima prova speciale del Rally Vidreiro, sesto appuntamento del Campionato portoghese. La ragazza era in equipaggio con Miquel Socias, a bordo di una Peugeot 208 Rally4 iscritta anche alla Peugeot Rally Cup Iberica. I due erano reduci dal successo nel Rally Xixona.

SCHIANTO AL VIA L'incidente fatale è avvenuto dopo appena 500 metri di prova speciale, quando l'automobile è uscita di strada finendo per colpire un pino proprio dal lato del copilota. Laura Salvo è rimasta intrappolata tra i rottami e, nonostante l'arrivo immediato dei soccorsi, è stata estratta dalle lamiere in arresto cardiocircolatorio. Sottoposta a manovre di rianimazione, la giovane è stata intubata e stabilizzata, prima di essere trasportata nella vicina area di atterraggio per essere caricata sull'elicottero. Purtroppo, dopo soli 15 minuti è stata dichiarata la sua morte. In segno di lutto, Peugeot ha ritirato dalla competizione tutte le sue vetture.

GIOVANE TALENTO Nonostante la giovane età, Laura Salvo era già un volto noto del panorama rallistico spagnolo. La ragazza originaria di Valencia si era messa in mostra lo scorso anno nella Suzuki Swift Cup, in equipaggio con Miguel Garcia. Quest'anno, aveva vinto il Rally del Bierzo navigando Surhayen Pernia, a bordo di una Hyundai i20 R5. Anche la sorella Maria è una giovane copilota che si sta mettendo in luce nelle gare spagnole.


TAGS: Rally Vidreiro Laura Salvo