Pubblicato il 16/01/21

VITTORIA PORSCHE Dopo anni di dominio Mercedes, precisamente del team Black Falcon quest'anno assente, è stata la volta del GPX Racing ad imporsi nella 24 ore di Dubai, gara che apre la stagione agonistica essendo la prima corsa dell'anno se si esclude il posticipo avvenuto quest'anno della 12 ore del Golfo disputatasi lo scorso week end anziché a dicembre come negli anni passati. La squadra con sede proprio a Dubai ha portato al successo la Porsche 911 GT3R di Axcil Jefferies, Frederic Fatien, Mathieu Jaminet, Julien Andlauer e Alain Ferté.

24h dubai 2021

DOMINIO QUASI TOTALE Passati al comando sin dalla seconda ora di gara quando la 911 dell'Herberth Motorsport ha accusato un problema tecnico, i portacolori della squadra araba hanno mantenuto il comando della corsa fino alla fine. Il divario è stato via via allungato e la squadra che aveva vinto la 24 ore di Spa solamente nel 2019 mette ora le mani su un'altra gara di durata giunta salla sua 15° edizione. Un giro più staccata ha concluso l'Audi R8 del team WRT che ha recuperato posizioni su posizioni. Una trentina di secondi più indietro la prima delle due Mercedes del team di Wolfgang Haupt. Giù dal podio Mirko Bortolotti e la Lamborghini Huracan. I due, ritrovatisi dopo la stagione in Audi del trentino nel 2020, inseguivano il leader nelle prime battute di gara forti della seconda posizione ottenuta in qualifica ma due penalità ne hanno condizionato la corsa. Peccato per la Porsche del team Dinamic, sul podio alla 12 ore del Golfo una settimana fa, costretta al ritiro per problemi al cambio.

cupra top car dubai

GT4 E TCE Più scarno lo starting grid della corsa di quest'anno che ha visto il numero di vetture quasi dimezzato (non sono state più ammesse tutte quelle classi di vetture che si vedevano lo scorso anno, ndr). Questo ha agevolato la gestione della corsa che, lo ricordiamo, lo scorso anno fu fermata e poi dichiarata conclusa a seguito di un violento acquazzone che in breve aveva allagato la pista. In GT4 il successo è andato alla BMW M4 del PROSport di Jon Miller, Nick Wittmer, Samantha Tan e Chandler Hull. In classe TCE ad imporsi sono stati Fabien Danz, Ronny Jost, Benjamin Leuchter, Adrian Spescha e Patrick Sing, anch'essi passati nelle prime fasi al comando con la Cupra TCR della svizzera TOPCar e rimasti davanti fino alla fine.

24h Dubai, Gara (top ten)

1. Jefferies/Fatien/Jaminet/Andlauer/Ferté - Porsche 911 GT3 R Team GPX - 600 giri
2. Vanthoor/Van der Linde/Machiels/Goethe/Bird - Audi R8 LMS Team WRT - 1 giro
3. Haupt/Engel/Assenheimer/Ratcliffe/Al Qubaisi - Mercedes AMG Team HRT - 1 giro
4. Ineichen/Amstutz/Bortolotti/Breukers - Lamborghini Huracan Team Grasser - 2 giri
5. Al Qubaisi/Pierburg/Scholze/Bastian/Assenheimer - Mercedes AMG Team HRT - 8 giri
6. Kirchhoff/Edelhoff/Grimm/Edelhoff - Audi R8 LMS Team CarCollection - 12 giri
7. Perrodo/Samani/Collard/Vaxiviere - Mercedes AMG Team Racetivity - 15 giri
8. Dontje/Holmgaard/Lechmann/Muller/Stengel - Audi R8 Team CarCollection - 17 giri
9. De Jong/De Jong/De Heus/Van Lagen - Mercedes AMG Team MP - 23 giri
10. Iribe/Millroy/Moss/Osborne - McLaren 720S Team Inception - 24 giri


TAGS: audi porsche lamborghini 24h dubai gpx racing jefferies grasser wrt herberth