Pubblicato il 02/02/21

DAYTONA AMARA Doveva essere la gara del riscatto, in un terreno mai così amico ai telai Dallara visti i successi assoluti delle Cadillac Dpi delle passate edizioni, ed invece anche Daytona è stata una trasferta da dimenticare per Cetilar Racing. La 24 ore della Florida che apre la stagione dell'IMSA Weathertech Sportscar Championship era stata scelta dalla squadra italiana per concludere - quantomeno in forma prioritaria - l'impegno in LMP2 della squadra italiana che proveniva direttamente dal WEC. Il team voluto e creato da Roberto Lacorte, infatti, da quest'anno si presenterà al via del mondiale con una Ferrari 488 preparata da AF Corse per la classe GTE-Am.

cetilar racing

PASSO RITROVATO La gara americana stava confermando nei fatti le aspettative della compagine tricolore dopo diverse stagioni dove il prototipo italiano non era parso tra i più competitivi al cospetto del dominio della francese Oreca. In Florida, invece, una splendida qualifica dello stesso Lacorte aveva portato tra i primissimi la vettura nelle prove ufficiali. Nell'inedita gara di qualifica la vittoria era sfumata per un problema allo sterzo che li aveva visti finire in sesta posizione di classe.

GARA ALL'ATTACCO La lunga corsa disputatasi lo scorso week end sembrava aver girato subito a favore del team italiano. Dopo che Lacorte aveva prontamente risalito posizioni, a piazzare la vettura al comando era stato Antonio Fuoco. Poi, una lunga fase a dettare il ritmo prima della rottura della trasmissione a meno di dieci ore dalla fine. Gli uomini di AF Corse hanno immediatamente operato la sostituzione, ma ormai tutto era perduto. I compagni di equipaggio Giorgio Sernagiotto e Andrea Belicchi hanno potuto solamente portare la vettura al traguardo.

cetilar racing

VITTORIA SFUMATA ''C’è il rammarico per non avere potuto puntare fino all’ultimo per le prime posizioni. Però c’è anche la grande soddisfazione di avere lottato per un risultato importante – ha commentato Roberto Lacorte – il podio era alla nostra portata, ma anche la vittoria. È il motorsport e queste cose possono succedere. La squadra nel suo insieme ha fatto un lavoro fantastico. Inoltre siamo riusciti a dimostrare che, con un regolamento che ci mette tecnicamente alla pari con i nostri avversari, il pacchetto squadra-piloti è più che valido. Abbiamo deciso di proseguire fino in fondo per rendere onore a questa gara e a tutti coloro che hanno fatto il tifo per noi, concludendo sul traguardo la nostra prima partecipazione alla 24 Ore di Daytona''.

(photo: courtesy of IMSA)


TAGS: fuoco dallara Lacorte Sernagiotto Belicchi LMP2 AF Corse cetilar