Pubblicato il 26/07/20

SEMAFORO VERDE DA IMOLA Cambia location la prima prova del GT World Challenge Europe, Endurance Cup, che continua però a parlare italiano. Dalla pista di Monza che da diversi anni apriva la stagione di quella che era conosciuta come Blancpain Endurance Series si è passati al tracciato di Imola, dove oggi è andata in scena la prima gara dell'anno sulla durata standard delle tre ore. Parla italiano anche uno dei vincitori, Mirko Bortolotti. Il trentino ha messo le mani sulla vittoria alla prima stagione da pilota ufficiale Audi dopo i trascorsi in Lamborghini. Bortolotti ha colto il successo dividendo l'abitacolo dell'Audi R8 GT3 ufficiale del team WRT con Kelvin Van der Linde e Matthieu Vaxiviere.

QUINTI AL VIA Nella battaglia che notoriamente contraddistingue il campionato endurance di riferimento in Europa per le vetture GT3, i tre erano solamente uno dei tanti equipaggi favoriti viste le 46 vetture al via. Allo spegnimento dei semafori sul tracciato del Santerno la vettura nr. 31 partiva dalla quinta posizione. Davanti a tutti si installava subito l'altra R8 del team Attempto che aveva siglato la pole position con Mattia Drudi, Luis Schramm e Frederic Vervisch. In seconda posizione inseguiva la Ferrari di James Calado, Niklas Nielsen e Alessandro Pierguidi, ma questi andavano incontro ad una gara in salita - nonostante avessero anche occupato la prima posizione nel corso della seconda ora di gara - perdendo subito terreno dal leader prima di dover fronteggiare due penalità nel corso della gara che li hanno fatti finire giù dal podio.

gt world challenge imola

RIMONTA DI VAN DER LINDE Dopo la prima ora di gara con alla guida Vaxiviere, la vettura passava nelle mani di Van der Linde che in breve si portava al comando. A Bortolotti il compito di tenersi lontano dai guai gestendo due neutralizzazioni con safety car e portando a oltre tre secondi il vantaggio sulla Porsche 911 GT3-R che li seguiva. Secondo gradino del podio dunque per Patrick Pilet, Matthieu Jaminet e Matt Campbell sulla vettura del team GPX Racing. Terza posizione finale per Raffaele Marciello sulla Mercedes AMG condivisa con Felipe Fraga e Timur Bogulaskiy che in avvio di gara tallonava la Ferrari in seconda posizione.

porsche gpx racing

Imola, Gara (top ten)

Pos.  Equipaggio Auto/Team Gap
1 Bortolotti/Vaxiviere/Van der Linde Audi R8 Team WRT 86 giri
2 Campbell/Pilet/Jaminet Porsche 911 GT3-R Team GPX Racing 3.428
3 Marciello/Bogulaskiy/Fraga Mercedes AMG Team AKKA 4.754
4 Vanthoor/Mies/Weerts Audi R8 Team WRT 5.109
5 Winkelhock/Boccolacci/Haase Audi R8 Team Sainteloc 9.403
6 Werner/Andlauer/Bachler Porsche 911 GT3-R Team Rowe 16.820
7 Pierguidi/Calado/Nielsen Ferrari 488 Team AF Corse 17.647
8 Wilkinson/Bell/Osborne McLaren 720s GT3 Team Optimum 20.078
9 Dumas/Deletraz/Preining Porsche 911 GT3-R Team GPX Racing 20.399
10 Perel/Altoé/Da Costa Lamborghini Huracan Team Frey 20.535

TAGS: audi porsche imola Bortolotti GT World Challenge vaxiviere van der linde jaminet campbell pilet