Pubblicato il 13/02/21

APERTURA A DUBAI Si è tenuta sul circuito di Dubai la prima delle due gare che avranno luogo nel week end di apertura della stagione 2021 dell'Asian Le Mans Series. Entrambe le manche avranno una durata di quattro ore e daranno il via alla stagione che si articolerà tutta negli emirati arabi. La seconda e conclusiva tappa avrà luogo tra sette giorni sul circuito di Yas Marina, ad Abu Dhabi, anch'esso con doppia gara. Il tutto è dovuto a causa delle restrizioni sui viaggi, in particolare nei paesi orientali, in vigore a causa del COVID. La serie asiatica, lo ricordiamo, è anch'essa valevole per l'emissione di alcuni inviti per partecipare alla 24 ore di Le Mans e lo schieramento di partenza composto da 36 vetture ne è stato la conferma dell'interesse da parte dei team.

SOLIDA GARA G-DRIVE Ad imporsi nella prima corsa è stata la vettura che il team Algarve Pro ha preparato con i colori del G-Drive racing ed iscritta come Aurus anche se formalmente è il classico telaio Oreca. L'ex formulista Yifei Ye, l'ormai esperto di ruote coperte Ferdinand Habsburg e l'ex Formula 2 René Binder hanno colto il successo con un giro di vantaggio sulla vettura dello Jota Sport guidata da Stoffel Vandoorne e Sean Gelael. La gara priva di errori e rotture ha contraddistinto la corsa dell'equipaggio vincitore mentre non pochi guai ha dovuto fronteggiare la vettura in seconda posizione tra contatti e testacoda. Terzo posto per il debuttante team Phoenix, squadra solitamente impegnata nel GT nel segno dell'Audi. Solo quarta l'altra vettura del G-Drive, che aveva segnato la pole ad opera del giovane formulista Franco Colapinto.

united autosport dubai

UNITED AUTOSPORT VINCE LA CLASSE LMP3 Nella classe dei prototipi minori ad imporsi è stato il team inglese United Autosport con Manuel Maldonado, Rory Penttinen e Wayne Boyd. Con tre vetture in pista la compagine d'oltremanica ha confermato la sua dedizione per i campionato targati Le Mans e ha piegato il team Phoenix, debuttante in LMP3, dopo che questi aveva impresso il suo ritmo alla gara. Ad inframezzarsi alle tre vetture inglesi ci ha pensato il team Nielsen, che ha negato così alla squadra di Zak Brown (CEO McLaren F1, ndr) una tripletta.

porsche team herberth

BATTAGLIA PORSCHE IN GT Nella classe riservata alle vetture GT3, ben 19 al via, la lotta per la vittoria si è risolta tra due Porsche. Dopo che il team GPX Racing (che nemmeno un mese fa aveva vinto la 24 ore di Dubai) aveva condotto le fasi iniziali, un testacoda di quest'ultima vettura ha aperto le porte al team Herberth che ha agguantato il successo con Ralf Bohn ed i fratelli Alfred e Robert Renauer. Nonostante il testacoda a soli quattro minuti dalla fine, Alain Ferté è riuscito a portare la 911 del GPX Racing al traguardo in seconda posizione. Una penalità per abuso dei Track Limits, tuttavia, ha relegato la vettura araba in quarta posizione. Salgono quindi sul podio la McLaren 720S del team Inception e la BMW M6 del team Walkenhorst.

ITALIANI IN DIFFICOLTA' Poca fortuna per i colori italiani: in 19° posizione assoluta (sesta di classe) ha visto il traguardo la prima Ferrari con Alessio Rovera alla guida mentre due posizioni più indietro ha concluso la 488 del team Rinaldi con Davide Rigon e Rino Mastronardi. Più indietro Francesco Castellacci e Giancarlo Fisichella. Ventisettesimo Alessandro Pierguidi. Non ha visto il traguardo Raffaele Marciello con la Mercedes del team HubAuto.

4H Dubai, Gara (top five di classe)

Pos Classe Equipaggio Auto/Team Gap
1 LMP2 Ye/Habsburg/Binder Oreca/Gibson Team G-Drive 127 giri
2 LMP2 Gelael/Vandoorne Oreca/Gibson Team Jota 1 giro
3 LMP2 Kaiser/Trummer/Thiim Oreca/Gibson Team Phoenix 1 giro
4 LMP2 Falb/Colapinto/De Andrade Oreca/Gibson Team G-Drive 2 giri
5 LMP2 Maini/Karthikeyan/Rao Oreca/Gibson Team India 3 giri
8 LMP3 Maldonado/Penttinen/Boyd Ligier/Nissan Team United Autosport 8 giri
9 LMP3 Wells/Noble Ligier/Nissan Team Nielsen 9 giri
10 LMP3 McGuire/Tappy/Bentley Ligier/Nissan Team United Autosport 9 giri
11 LMP3 Loggie/Wheldon/Meyrick Ligier/Nissan Team United Autosport 9 giri
12 LMP3 Jan/Slooten/Weiss Ligier/Nissan Team Phoenix 10 giri
13 GT Bohn/Renauer/Renauer Porsche 911 GT3-R Team Herberth 10 giri
15 GT Iribe/Millroy/Barnicoat McLaren 720S Team Inception 11 giri
16 GT Jhull/Miller/Catsburg BMW M6 Team Walkenhorst 11 giri
17 GT Andlauer/Jefferies/Ferté Porsche 911 GT3-R Team GPX 11 giri

TAGS: porsche dubai united autosport herberth asian le mans series g-drive