Pubblicato il 14/02/21

DOPPIETTA G-DRIVE Si apre decisamente nel segno del team russo la stagione 2021 dell'Asian Le Mans Series. La seconda gara sul circuito di Dubai ha visto nuovamente imporsi i vincitori della prima manche disputatasi ieri. A causa delle restrizioni sui viaggi dovuti al COVID, lo ricordiamo, la stagione 2021 della serie asiatica si articolerà su due eventi consecutivi con due gare ciascuno sui circuiti arabi di Dubai e Abu Dhabi. E' stata dunque doppietta per G-Drive che non solo ha visto Yifei Ye, Ferdinand Habsburg e René Binder bissare il successo di ieri. A nemmeno un minuto di ritardo dalla vettura vincitrice ha concluso la seconda auto che aveva siglato la pole con Franco Colapinto in equipaggio con John Falb e Rui Andrade.

PHOENIX SUL PODIO Dopo una prima neutralizzazione per detriti in pista, la vettura seconda al traguardo aveva perso due posizioni, poi recuperate nel corso della gara. Gradino basso del podio per il team Phoenix mentre ad un giro ha concluso il team India seguito dal team ERA. Non ha visto il traguardo la LMP2 del team italiano Eurointernational. Sesta posizione finale per Sean Gelael e Stoffel Vandoorne con la vettura del team Jota, coinvolti in un contatto con altre vetture per evitare una LMP3 che si era girata.

united autosport

UNITED AUTOSPORT IMBATTIBILE Copione identico anche nella classe LMP3 dove ad imporsi è stata la stessa vettura che aveva colto la vittoria nella gara del sabato. Il team United Autosport ha piazzato una doppietta vincendo la seconda manche con Manuel Maldonado, Rory Penttinen e Wayne Boyd seguiti da Ian Loggie, Robert Wheldon e Andrew Meyrick. Niente da fare per il team DKR che ha dovuto effettuare un ultimo pit stop che le è costato il podio a favore della Ligier del team Nielsen.

porsche gpx racing

GPX NON SI LASCIA SCAPPARE LA VITTORIA Condotta impeccabile quest'oggi per il team che ieri ha perso la vittoria a quattro minuti dal termine. La scuderia locale GPX Racing ha dato prova di sapere gestire ottimamente gli stint dei suoi piloti, facedo salire in vettura il gentlemen nella fase centrale di gara. Alain Ferté ha poi lasciato la vettura nelle mani dell'ufficiale Porsche Julien Andlauer che ha costruito un margine di 24 secondi sulla Ferrari 488 del team Rinaldi che si era fatta minacciosa alle loro spalle. Si accontentano quindi del secondo posto Rino Mastronardi e Davide Rigon (in equipaggio con David Perel) che ieri avevano concluso nelle retrovie. Terza al traguardo l'Aston Martin Vantage del team Garage59. Non è riuscito a salire sul podio Raffaele Marciello - ieri costretto al ritiro - al via con la Mercedes AMG del team asiatico HubAuto. L'italiano ha battagliato per la posizione con la vettura davanti a sé e quella che loseguiva, la Porsche del team Herberth che ieri aveva colto il successo di classe. Le due gare conclusive dell'Asian Le Mans Series si correranno il prossimo fine settimana sul circuito di Yas Marina.

4H Dubai 2, Gara (top five di classe)

Pos Classe Equipaggio Auto/Team Gap
1 LMP2 Ye/Habsburg/Binder Oreca/Gibson Team G-Drive 125 giri
2 LMP2 Falb /Colapinto/De Andrade Oreca/Gibson Team G-Drive 45.459
3 LMP2 Kaiser/Trummer/Thiim Oreca/Gibson Team Phoenix 59.745
4 LMP2 Maini/Karthikeyan/Rao Oreca/Gibson Team India 1 giro
5 LMP2 Merriman/Tilley/Laskaratos Oreca/Gibson Team ERA 5 giri
7 LMP3 Maldonado/Penttinen/Boyd Ligier/Nissan Team United Autosport 8 giri
8 LMP3 Loggie/Wheldon/Meyrick Ligier/Nissan Team United Autosport 8 giri
9 LMP3 Sales/Bell Ligier/Nissan Team Nielsen 8 giri
10 LMP3 Glorieux/Horr Duqueine/Nissan Team DKR 8 giri
11 LMP3 McGuire/Tappy/Bentley Ligier/Nissan Team United Autosport 9 giri
14 GT Andlauer/Jefferies/Ferté Porsche 911 GT3-R Team GPX 10 giri
15 GT Mastronardi/Perel/Rigon Ferrari 488 Team Rinaldi 11 giri
16 GT West/Martin/Hasse-Clot Aston Martin Vantage Team Garage59 11 giri
17 GT Marciello/Gomes/Talbot Mercedes AMG Team HubAuto 11 giri
18 GT Bohn/Renauer/Renauer Porsche 911 GT3-R Team Herberth 11 giri

TAGS: porsche dubai aurus united autosport gpx racing g-drive asian lms lmp3