Autore:
Giulia Fermani

LA SICUREZZA NON E’ MAI TROPPA Parlando di airbag difficilmente si troverà qualcuno che non ne conosca l’esistenza. Questo dispositivo di sicurezza passiva viene, infatti, impiegato nella protezione in campo automobilistico fin dai primi anni Settanta e fa parte dell'equipaggiamento di serie delle auto ormai da molti anni. Forse non tutti però sanno che la ZF TRW ha studiato un prototipo di airbag che si gonfia all'esterno del veicolo e funziona in modo preventivo, anticipando l'urto con qualcuno o qualcosa (un'auto, un muro, una strutttura) che sta al di fuori dell'abitacolo.

SULLA BUONA STRADA Il prototipo studiato da ZF TRW, oltre a proteggere chi si trova all'interno dell’abitacolo, punta ad estendere il suo raggio d’azione anche all'esterno, per attutire l’urto in caso di impatto. E' una sorta di cuscino che rispetto ai tradizionali airbag varia nelle dimensioni (il suo volume è circa il doppio) e nelle modalità di attivazione. Trattandosi di un sistema preventivo è necessario che si attivi qualche istante prima che l’urto avvenga (e non appena dopo, come accade nei classici airbag interni) e per riuscirci in ZF TRW hanno pensato di sfruttare sensori e telecamere dell'auto. Trattandosi di un prototipo di dispositivo esterno non mancano i problemi in termini di fattibilità, primo fra tutti il deterioramento che verrebbe causato dagli agenti atmosferici, ma l’idea c’è. Ed è buona. 


TAGS: airbag airbag esterno ZF TRW