news

Mini V-sport


Avatar Redazionale , il 05/02/02

19 anni fa -

Mini V-sport, dunque, sobria ma cattiva. Tanto che ci può stare di scambiarla per una "normale" Mini modello 2001. Non fosse per le minigonne che abbassano il corpo vettura, i cerchi in lega leggera da diciassette pollici (sotto a pneumatici Yokohama), gli spoiler anteriore e posteriore o il dettagliuzzo delle griglie traforate per gli indicatori di direzione laterali.

Mettici Romeo Ferraris da una parte e RRS dall'altra, allo stesso tavolo per un obiettivo ambizioso: creare un punto di riferimento italiano per gli amanti del tuning "alla tedesca". Aggiungici la collaborazione di Sparco, a fornire parte degli accessori che equipaggiano la piccola anglo-tedesca. Ci sarebbe ben poco da aggiungere, bastano le premesse.

E poi la filosofia di incrementare sì la potenza del motore ma mirando alla fluidità di erogazione e non tanto a record in quantità di cavalli. Più il rispetto delle normative e delle leggi, come per l’impianto di scarico centrale in acciaio Inox a norme CEE o l’assenza di materiali inquinanti.

Centralina rimappata, e interventi al capitolo aspirazione, alberi a camme, collettore di scarico, impianto frenante, assetto. Oltre al trionfo di alluminio: selettore del cambio, pedaliera, barra duomi, tappeti, battitacco; carbonio invece per i fondini e pelle Limited per i sedili.

Un altro pezzo unico portato sulle strade di tutti i giorni, con un marchio, RRS, che non può non riportare alla mente il mondo delle corse: quello del mondiale Rally Off Road, del campionato Sax e del trofeo Porsche Club Italia, dove RRS è partner ufficiale.

E poi Sparco, che non ha bisogno di grosse presentazioni. Basta dare un occhio al circus della Formula 1, il non plus ultra in fatto di qualità e tecnologia, per farsi un'idea del livello raggiunto dall'azienda italiana, ai campionati Kart o alla parete della dirigenza, dove è incorniciato il certificato di qualità ISO 9002.
Per ulteriori infomazioni è sufficiente chiamare lo 02.715680.


Pubblicato da Redazione, 05/02/2002
Logo MotorBox