News

Hi-tech: il mondo in un taschino


Avatar Redazionale , il 02/10/03

18 anni fa -

Perché di un cellulare si tratta. Che in più, rispetto agli altri, ha il pregio di farti conoscere il mondo. Come? Trasformandosi in navigatore satellitare. Da taschino appunto.

Basta infatti un cellulare e un’antennina GPS Bluetooth, di quelle che si collegano al satellite di turno e mandano dati al telefonino senza bisogno di fili, per avere in tasca le mappe di tutta Europa (il mondo è ancora un po’ troppo, per ora). Una novità assoluta messa a punto da un gruppo di aziende leader nei vari segmenti e destinata a trasformare il telefonino in uno strumento ancora più utile di quanto non fosse stato fino ad oggi.

Il servizio è compatibile per adesso solo su una serie di cellulari, che hanno già incorporato uno speciale software in grado di leggere le mappe, rilevare la nostra posizione e indicare la strada da percorrere per arrivare a destinazione. Telefonini dell’ultima generazione. Ma la strada è aperta e in futuro tutti i cellulari potrebbero essere venduti con questo software incorporato. Un po’ come è successo con i videotelefonini.

A differenza di questi ultimi, qui però il servizio si paga. Per accedere all’archivio delle mappe, si deve prima stipulare un abbonamento annuale con la società svedese Wayfinder (rappresentata in Italia dalla Distrel – www.distrel.it), società specializzata nella fornitura di servizi di navigazione wireless, che procederà all’attivazione.

Il prezzo è un po’ caro inizialmente (499 euro il primo anno, 99 euro per gli anni successivi) ma dopo lo shock del primo impatto, dovuto al costo dell’antennina Gps e del telefonino, i prezzi diventano più realistici. E comunque inferiori rispetto ai sistemi tradizionali.

L’uso del mobile navigator è semplice: si digita sul telefonino la destinazione finale e quasi subito, come con un comune navigatore satellitare, comparirà sul display la mappa richiesta con l’indicazione dell’itinerario e i suggerimenti per arrivare a destinazione. Il tutto accompagnato da una voce che guida passo passo, indicando quando girare a destra o a sinistra quando è il momento. Niente di nuovo dal punto di vista della funzione.

La differenza è che il Wayfinder Mobile Navigator può essere utilizzato anche fuori dall’auto (quando si cammina, in moto o in bici) e che le indicazioni e le mappe sono aggiornate in tempo reale. Il telefonino si collega infatti con il server Wayfinder grazie al quale si ha accesso all’archivio delle mappe di Tele Atlas, società leader nella realizzazione di carte stradali digitali.

Non è più necessario quindi dover acquistare ogni anno i dischi con le mappe aggiornate oltre ai dischi con le mappe dei vari paesi d’Europa, come avviene ora con i navigatori classici.

Le informazioni vengono scaricate in pochi secondi e ritrasmesse sul cellulare con istruzioni vocali, immagini e mappe via via che si procede sul percorso richiesto (ecco la necessità dell’apposito software nel telefonino). Nel caso si sbagli strada viene subito proposto un percorso alternativo.

Con l’abbonamento viene inoltre fornito un accesso sulla home page di www.mywayfinder.com con il quale è possibile pianificare in anticipo un itinerario, memorizzare i luoghi preferiti e accedere alle mappe sia dal telefonino sia da internet.

Il servizio è compatibile per ora con i modelli Nokia 6600, 3650, 7650, N-Gage, oltre che sul Siemens SX1 e Sony Ericsson P800. Per maggiori informazioni meglio collegarsi con il sito www.wayfinder.com.


Pubblicato da Redazione, 02/10/2003
Gallery
Logo MotorBox