News

BMW come Microsoft


Avatar Redazionale , il 24/10/01

20 anni fa -

Ci mancava solo questa: dopo le auto e le moto, la BMW si dà alla produzione e alla vendita di software. Sì, programmi per computer, quelli sistemati sulle proprie auto, naturalmente.

Il primo software mai prodotto da una Casa automobilistica si chiama Splitscreen ed è un programma innovativo per i sistemi di navigazione satellitare montati sulle BMW. Può essere acquistato per aggiornare le versioni precedenti e i monitor di bordo. Si presenta con un unico schermo suddiviso in due aree: sulla parte destra vengono mostrate le frecce di navigazione, mentre la parte sinistra è riservata alla mappa con il tracciato della strada e al menu del sistema di navigazione, comprese le regolazioni della radio o dei dati del computer di bordo e dell’agenda.

Le coordinate della vettura (altitudine, longitudine e latitudine) sono mostrate per la prima volta anche riguardo al punto di destinazione. Un pulsante a rotazione/pressione sul lato destro dello schermo permette di cambiare la scala della mappa con un minor numero di impostazioni da parte del conducente.

Il programma di aggiornamento Splitscreen può essere fornito ai modelli delle BMW Serie 3, 5 e X5. Inoltre può essere installato (ad un prezzo di 102 Euro + IVA) anche sulle vetture già in commercio dotate di monitor di bordo e sistema di navigazione satellitare come la Serie 3 (prodotta dal giugno 2000), la Serie 5 e 7 (dal settembre 2000), e la X5 (dall’ottobre 2000).


Pubblicato da Marzia Carella, 24/10/2001
Logo MotorBox