news

Salone di Detroit 2003


Avatar Redazionale , il 07/01/03

18 anni fa -

Dal Cobo Center di Detroit le immagini esclusive delle novità del Salone d'Oltreoceano, con le schede dei modelli più prestigiosi.

Dopo settimane di suspense, rivelazioni con il contagocce, schizzi, disegni, quasi-foto e foto per aumentare l’acquolina, eccoci giunti al momento della verità. Sul Salone di Detroit si è alzato il sipario e si sono dichiarate le carte. Concept soprattutto, prototipi su prototipi, esercizi di stile nella consueta gara a chi stupisce di più. Ma anche progetti belli che pronti per il salto in catena di montaggio e prodotti fatti e finiti.

A General Motors, Chrysler, Ford, gente che al "North American International Auto Show" ci va a piedi, il compito di infiocchettare per bene il Cobo Center, con novità a raffica e fuochi d’artificio tra gli stand. Agli altri la parte dei guastafeste, con il debutto di chicche stilistiche che rubano la scena ai protagonisti di casa. Nomi pesanti, come Audi, presente con la Pikes Peak, primo modello disegnato da De Silva per la Casa degi anelli; Maserati con la Kubang, una GT Wagon di razza; Rolls-Royce con la nuova Phantom targata Bmw, solo per citare i più clamorosi.

GM butta sul piatto i nomi della sua scuderia, che sono tanti. Si comincia da

Chevrolet SSuna Pontiac di nome G6, berlina sportiveggiante, con quattro porte, una per passeggero, faccia da coupé, trazione integrale e V6 supercharged sotto il cofano; c’è qualcosa della già vista Solstice, aggressività, comfort e high-tech quanto basta. Si passa alla Chevrolet SS, Pontiac G6moderna interpretazione delle Super Sport di Casa. Anche qui quattro porte, nascoste da una maschera da sportiva, trazione posteriore e V8 che pulsa. Bassa, larga, cattiva, l’ultima Chevy sarà un omaggio agli anni ’50, non senza sprazzi avveniristici e tecnologia di ultima generazione.

Poteva mancare un pick-uppone? Sia mai. Eccolo: Chevrolet Cheyenne. Ossia un tentativo di avvicinare l’auto con cassone – tanto cara Oltreoceano – alle caratteristiche da ammiraglia. Abitabilità quindi, prima di tutto, il che vuol dire una doppia cabina con tanto di letto dietro ai sedili anteriori. Poi dimensioni che da noi potrebbero risultare improponibili (da loro sfiorano la norma) ed esperimenti funzionali, come la portiera laterale che dà accesso alla vasca posteriore e il portellone che facilita il carico.

Buick CentiemeVia poi al crossover, parola magica che riunisce i benefici di SUV e berlina, spalancando le porte alla contaminazione totale. Ci pensa la Buick a darne un esempio, con la Centieme, evoluzione di creature già viste sotto la griffe di Buick, vedi Bengal, LaCrosse e Cielo: cristalli laterali ridotti all’osso, gruppi ottici anteriori che sbordano sulle fiancate, tre file di sedili dentro. Chiude la famiglia GM la Chevrolet Journey, frutto del lavoro fatto in Brasile, Design & Engineering Center. Un po’ SUV un po’ station wagon, con le quattro ruote a dare trazione e sette posti nell’abitacolo. Ford GTRisposte a tono anche da parte di Ford. L’Ovale Blu ci va giù pesante, con una raffica di prototipi nuovi nuovi da ubriacare il pubblico prima ancora di iniziare i festeggiamenti per i 100 anni del marchio (2003). Eccoli in breve: Ford GT (sarebbe GT40 ma il nome ora è di un altro – vedi articolo di motorbox); Ford Freestyle Fx, interessante berlina e Sw che all’occorrenza si trasformano in pick-up; Mustang GT coupé/convertible, splendide riproposte dell’auto di Bullit; Ford 427, ammiraglia in nero dalle fattezze europee; Ford U, rivisitazione in chiave ultramoderna della VW “Pescaccia”. Oltre all’F-150 e alla nuova serie della Thunderbird, per quanto riguarda il prodotto. 

Nella lista degli esercizi di stile compaiono altri nomi: Hyundai presenta l’OLV, Honda ripropone un Element rivisitato, Mitsubishi svela la Tarmac Spider. Di più, occhi puntati anche sugli stand di Aston Martin, Lincoln, Volvo, Mercuri, Dodge, Matra, Kia. Senza contare la Bmw X3, prototipo di SUV compatto.

Nella lista "Production" Bmw presenta la "sua" Rolls-Royce Phantom, Cadillac la SRX (uno Sport Utility Vehicle) e XLR (spider), poi Buick Rainier (SUV), Pontiac GranPrix (berlina 5 porte), Acura, Infinity FX45. E un pick-up Nissan (oltre alla Maxima), la nuova Lexus RX300, la Mercedes Classe E SW, la New Beetle Cabrio, oltre a Mitsubishi Endeavor e Lancer, Chevrolet Equinox e Colorado, Audi A8 Lunga. Sì, insomma, Detroit dovrebbe dettare la direzione anche quest’anno. Copritevi bene che si parte.

AUTO DI SERIE

      Rolls-Royce Phantom  Lexus RX300 my 2003  Pontiac Grand Prix  Acura  Ford Thunderbird 2003  Buick Rainier  Chevrolet Malibu  Chevrolet Equinox  Chevrolet Colorado  Cadillac CTS V serie  Cadillac SRX  Cadillac XLR  Nissan Maxima  Mercedes Classe E SW  Mitsubishi Endeavor  Chevrolet Journey  VW New Beetle Cabrio 

CONCEPT CAR

  Mercury Messenger  Lamborghini Murcielago  Ford Faction  Lincoln Navicross  Dodge Kahuna  Dodge Avenger  Aston Martin AMV8 Vantage  Dodge Durango  Cadillac Sixteen  Mazda Washu  Ford Mustang GT  Audi Pikes Peak  Ford 427  Ford U  Ford GT  Ford Freestyle FX  Honda Element concept  Hyundai OLV  Chevrolet SS  Buick Centieme  BMW XActivity Concept  Kia KCD1 Slice  Chevrolet Cheyenne  Infiniti Triant  Mitsubishi Tarmac Spider  Pontiac G6  Maserati Kubang  Dodge Magnum SRT-8
Pubblicato da Ronny Mengo, 07/01/2003
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox