Pubblicato il 01/08/2001 ore 00:00

Non teme più nemmeno il buco nella gomma la regina delle MPV di tagliamedia. È infatti la prima auto al mondo a portare al debutto i sofisticatipneumatici Pax System, capaci di correre per 200 km a 80 all'ora anche sesgonfi. Ma la monovolume d'oltralpe, raggiunta la maturità, si fa anche inquattro (allestimenti), indossa abiti più cangianti e diventa più sicura.

Oltre a essere stata la prima MPV di taglia compatta a debuttare sul mercato(correva l'anno 1996) la Renault Scénic verrà ricordata anche per esserestata la prima auto al mondo a offrire come optional i pneumatici Pax System.Di cosa si tratta? Di scarpe sofisticatissime, messe a punto da Michelin eP irelli e in grado di correre, anche se totalmente a terra, per ben 200chilometri a 80 km/h. Sorprendente. Ma si tratta soltanto di uno degliingredienti che caratterizza la fase 3 della Renault Scénic.

Raggiunta la terza età, la best seller francese fa il pieno di tecnologiaper mantenere il ruolo di leader del settore. Dall'esterno tutto, o quasi,resta immutato: a cambiare sono solo infatti alcuni abiti (qualcheinedita tinta metallizzata, che porta a dieci al scelta dei colori), le manigliedelle porte (ora in tono con il vestito) e i copricerchi che propongono qualchegrafica rinnovata. Del resto il restyling del 1999 andava a meraviglia e nonimponeva nessun ritocchino aggiuntivo.

Più sostanzioso è invece l'intervento apportato all'allestimento. Lagamma si divide ora in quattro varianti (Authentuique, Expression,Dynamique e Privilège) riconoscibili, oltre che per la differente sostanza,dalla targhetta specifica all'interno del mobiletto portaoggetti. Tutteportano in dote una ricca dotazione di serie, in parte ispirata dalla nuovaLaguna, che non ha nulla da invidiare a un'autentica ammiraglia e dàqualche punto di distacco anche alle più combattive concorrenti (CitroënPicasso, Fiat Multipla, Opel Zafira).

Per cominciare, il corredo di sicurezza offre oggi sei airbag di serie suogni modello (frontali, laterali e a tendina anche per la testa deipasseggeri posteriori) in aggiunta al sistema di assistenza della frenata diemergenza, ai pretensionatori per chi siede sui posti laterali del divanoposteriore e, dulcis in fundo, l'ESP (controllo elettronico dellastabilità). Quest'ultimo è necessario per adottare i pneumatici PaxSystem, offerti dal prossimo giugno come accessorio a pagamento a circa 600mila lire. Ma sono necessari anche i cerchi in lega (se non compresi di serie) eil sistema di sorveglianza sulla pressione dei pneumatici, per gestire al meglioeventuali manovre di emergenza nel caso si stia viaggiando con le gomme a terra.

Con i pneumatici Pax System infatti la Scénic, che abbiamo avuto modo diprovare su un circuito alle porte di Parigi, ha un comportamento del tuttoanalogo a quello della versione con "scarpe" tradizionali: ladifferenza sta nella situazione a pressione zero. Se la foratura avviene su unpneumatico anteriore, la Scénic è solo un po' più lenta nelle manovre eun po' più sottosterzante. Se a essere forato è uno dei pneumaticiposteriori, la sensazione in curva è quella invece di una marcata tendenza a"partire" con la coda, ma l'ESP ci mette una pezza e anche a 80all'ora si viaggia sicuri.

Il segreto sta nella particolare struttura di queste coperture. Ai bordidella spalla del pneumatico ci sono infatti speciali agganci che tengonoincollata la ruota al cerchio anche in caso di assenza di pressione. Unospeciale inserto plastico di elastomero iniettato sulla base del cerchione,invece, funge da base di appoggio ed evita al pneumatico di toccare la ruota, esorcizzandocosì il rischio di detallonamento per avere la possibilità di raggiungereun punto di assistenza.

Si tratta di una soluzione destinata a essere estesa alla maggior partedella produzione di auto, se non altro per la possibilità offerta di eliminaredel tutto la ruota di scorta, che resta parte dell'equipaggiamento dellaScénic, con un considerevole guadagno di spazio e un apprezzabilerisparmio di peso.

 

Invariata la gamma dei motori (1.4, 1.6,1.8, 2.0 a benzina tutti a 16v,con potenze da 95 a 140 cv); la sola novità è l'iniezione di potenza peril 1.9 Dti, che passa da 65 a 80 cv (è lo stesso cuore in forza sullaClio), ha un picco di 160 Nm di coppia a 2000 giri e percorre in media 16,9chilometri con un litro di gasolio. Va ad affiancarsi al gettonatissimo 1.9Dci, con tecnologia common rail, da 105 cv e 200 Nm di coppia a 1500 giri,abbinabile da metà anno con il cambio automatico Proactive.

Quanto ai prezzi si parte dai 33 milioni 700 mila lire della 1.4Authentique e si arriva a 44 milioni 400 mila lire della 1.9 Dci Privilège.Chi opta invece per la versione SUV della Scénic, la RX4, il budget da metterein preventivo va da 46 milioni e mezzo (2.0 Expression) a 50 milioni 600 milalire (1.9 Dci Privilège).

 

David Giudici
30 marzo 2001


TAGS: renault scénic fase 3