Pubblicato il 01/08/2001 ore 00:00

Che il reparto design di Renault sia particolarmenteprolifico non è una novità. Basta soffermarsi con più attenzione sulleproposte francesi e confrontarle con quelle degli altri costruttori. Oppureguardare le linee di quelli che da prototipi sono diventati o diventerannoveicoli di serie. Il salone di Ginevra in questo senso è stato uno scenario digrande importanza. Accanto all’ammiraglia Vel Satis, luci infatti sull’Avantime,il nuovo concetto di coupé al di là delle Alpi.

Piace, ma piacerà in strada? Questo è l’interrogativoche si pongono in Casa e al quale cercano di rispondere con elementi qualiinnovazione, audacia, stile. Via allora alle contaminazioni, che fanno dellavettura un mix tra monovolume, coupé e familiare, e ai voluti contrasti,con il muso che stride con la coda e la parte inferiore che si discosta daquella superiore: tesa e solida quella, fluida e aerea questa.

La vista frontale è dominata dal parabrezza immenso

cheben si raccorda con il cofano motore rastremato che evidenzia, a sua volta, lacalandra. Dietro, il caratteristico lunotto semisferico si appoggia sul bauledando la sensazione visiva di una due posti secchi. Due lunghe portiere,la modanatura in tinta con la carrozzeria e il gradino tra i cristalli e lalinea della maniglia, per le fiancate. La luminosità dell’abitacolo èassicurata dall’assenza del montante centrale e dal tetto in vetro con un’aperturadi 1 metro quadrato, che volendo scompare del tutto: la funzione "GrandAir" consente poi di aprire tutte le superfici vetrate della macchinacontemporaneamente.

Per i quattro passeggeri, comfort garantito da vetriatermici, sistema di climatizzazione a regolazione automatica con captorisolari e differenziazione dei lati destro e sinistro, due livelli dipersonalizzazione per gli interni e quattro colorazioni, oltre al sistema dinavigazione satellitare e sistemi riscaldabili con regolazione elettrica.

Al lancio, previsto per il prossimo autunno,

Avantimesarà equipaggiato con un sei cilindri a V di 24 valvole e 3000 cc di cilindratain grado di erogare 210 cavalli di potenza massima, abbinato ad una trasmissionemanuale a sei rapporti. Successivamente si affiancherà un inedito 4cilindri di 2.0 litri e sedici valvole da 165 cv e sarà disponibile uncambio autoadattivo a cinque velocità. Sicurezza: sistema di controllo ditrazione ESP, ABS e ripartitore elettronico di frenata EBV, più le Michelin da17 pollici sotto la carrozzeria.

Andrea Sperelli


7 febbraio 2001

TAGS: renault avantime