Pubblicato il 30/04/20

LA STORIA Oltre 80 anni fa, nel 1939, RUF prese la sua strada diventando, da semplice officina Porsche, un marchio a sé. La Casa divenne celebre per aver dato vita, nel 1987, alla CTR Yellowbird: un telaio 911 Carrera con due turbo che le valsero oltre 530 CV e 345 km/h di velocità massima. Ora, per raccontare questi oltre 80 anni, RUF ha rilasciato un video. La storia, attraverso i racconti di Alois Ruf Jr., amministratore di RUF, rivive in questo avvincente filmato fatto di emozioni e... tanti traversi in circuito. Da vedere!

UN REGALO Alois Ruf jr. e sua moglie Estonia, che compaiono entrambi nel film, hanno realizzato questo vero e proprio film allo scopo di ringraziare chi in questi lunghi anni ha creduto in loro. Ecco le parole di Alois jr.: ''Nel corso degli anni la storia di RUF è stata segnata da momenti chiave. Questo film fa alzare il sipario. Vogliamo condividere con il mondo ciò che ha richiesto il lavoro di centinaia di persone e la passione di molte altre per portarci dove siamo oggi. Questo è per i dipendenti, i clienti e i fan che hanno contribuito a trasformare la nostra visione in realtà''.

LA NUOVA CTR Al Salone di Ginevra 2017 RUF portò la rivisitazione in chiave moderna della Yellowbird: telaio monoscocca in fibra di carbonio realizzato appositamente e motore da 3.6 litri di una 911. Il risultato era un'auto da 710 CV e 880 Nm di coppia con cambio manuale a 6 rapporti e, naturalmente, trazione posteriore. Tutto questo si traduceva in 3,5 secondi nello 0-100 e circa 360 km/h di velocità massima. Un'auto per pochi eletti considerati i 30 esemplari realizzati e gli oltre 700.000 euro richiesti per portarsela a casa. Tanto folle quanto irrealizzabile, ieri come oggi. Non rimane che sognare e un buon modo per farlo è prendersi 30 minuti del proprio tempo (ma ne vale la pena) per emozionarsi guardando il video che celebra la storia RUF. Non sarà come guidare la Yellowbird, ma meglio che niente.

La famiglia RUF


TAGS: porsche ruf RUF CTR ruf yellowbird ruf ctr yellowbird