Tendenze:

Le Fidocar


Avatar Redazionale , il 02/11/09

11 anni fa - Non fanno ancora "bau" ma sanno essere le migliori amiche dei cani. A quattro ruote si intende. La nuova tendenza arriva dall'America e presto coinvolgerà anche gli automobilisti italici con Fido al seguito. Ecco alcune protagoniste d'Oltreoceano in vendi

Non fanno ancora "bau" ma sanno essere le migliori amiche dei cani. A quattro ruote si intende. La nuova tendenza arriva dall'America e presto coinvolgerà anche gli automobilisti italici con Fido al seguito. Ecco alcune protagoniste d'Oltreoceano in vendita anche sul mercato europeo.

AMICIZIA Chi ha un cane lo sa: l'amico a quattro zampe più che un compagno di vita è a pieno titolo un membro della famiglia che lo ospita, con la quale condivide tutto, dalla casa al tempo libero. A lui è sempre riservato un trattamento speciale, gli viene garantita l'alimentazione, frequenti controlli medici, la toelette settimanale e l'abbigliamento per la brutta stagione. Quello che finora è mancato è il posto riservato a Fido in auto. O meglio, sono mancate le auto adatte a ospitare in modo confortevole anche lui. Precisiamo: sono mancate a noi europei, ma non sono sfuggite ad americani e giapponesi, forse più attenti e sensibili alle esigenze di Fido.


SECONDO ELEMENT Honda, per esempio, ha progettato e realizzato per la sua Element model year 2010 (purtroppo in vendita solo in Usa) una serie di accessori Dog-Friendly montati direttamente in fabbrica. Con 995 dollari si acquista un pacchetto che include numerosi componenti mirati proprio ad aumentare il comfort di Fido durante il viaggio e, contemporaneamente, a garantirgli un livello adeguato di sicurezza. Si va dalla cintura di sicurezza dedicata al letto imbottivo, dalla presa di corrente per un ventilatore posteriore alla rampa estensibile per favorirne la salita a bordo.


QUESTIONE PELOSA E non si pensi alla boutade di fine estate. Gli esperti di Bark Bukle UP, sito Usa dedicato ai cani in viaggio, hanno voluto approfondire l'argomento analizzando cosa offre il mercato auto. Sicurezza prima di tutto, ma non solo: anche benessere e soluzioni furbe per semplificare la vita a guidatore e amici pelosi. Questioni che possono sembrare secondarie ma possono influire in modo diretto sulla qualità di vita a bordo, quali ampiezza del vano bagagli, rivestimenti comodi e lavabili, bocchete d'areazione. O il clima trizona, accorgimento che consente al guidatore di rinfrescare la cuccia semovente alla temperatura ideale in base a taglia e stagione. Tutta frutto del progresso tecnologico.

GRANDE FRATELLO Non mancano, ci mancherebbe, accorgimenti tecnologici: telecamere o sensori di parcheggio ad esempio; se trasportate un cane, aumentano esponenzialmente la loro importanza. Provate voi con un alano tutto agitato e ansimante nel bagagliaio della Station a fare a meno del Park Assist o del sensore per coprire l'angolo cieco. E in quest'ottica pure la telecamera acquisisce nuovi significati salvavita: secondo gli esperti di Bark Bukle UP aiutano gli automobilisti ad evitare pericoli investimenti, magari in distratte retromarce. E via così senza troppe facili ironie; avete mai pensato che i cassetti refrigerati possono venire buoni per trasportare il cibo preferito o i medicinali di Bobby?


LE MIGLIORI PER LUI L'auto ideale per Fido non esiste ancora ma esistono modelli e costruttori più attenti, come si può notare di seguito osservando la classifica delle auto vincitrici della selezione a stelle e strisce, alcune delle quali commercializzate anche in Italia. Non proprio una guida all'acquisto ma una caratteristica in più di cui tenere conto se avete in programma di far posto in famiglia a un... amico nuovo. Sono comunque graditi suggerimenti anche per altri modelli in vendita sul mercato italiano, soprattutto da parte di chi ha esperienza diretta del problema.

CINQUE STELLE EUROCAN Per il futuro si delinea invece una sfida aggiuntiva per progettisti e uffici marketing. Oltre all'abitabilità per gli esseri umani, le normative salvapedone e la riduzione di emissioni potrebbero anche arrivare, perché no, le pari opportunità canine. Auspichiamo quindi la nascita di un Ente deputato a valutare l'ospitalità canina nei crash test. Per il giudizio finale suggeriamo l'osso, dal minimo di uno (malino) al massimo di cinque: i cinque ossi EuronCan…

Le migliori amiche dei cani (in ordine alfabetico)


DODGE JOURNEY Binari per ancorare bagagli e mercanzie in modo da non ferire Fido nelle frenate e nelle curve, cassetto refrigerato per trasportare la scatoletta di caviale e le medicine con la telecamera posteriore in modo da evitare di schiacciare la coda al cane in retromarcia. Non un'auto da cani ma un auto buona anche con i cani: una gran differenza e un plauso a Dodge.


HYUNDAI TUCSON Nessun accorgimento rivoluzionario ma tante piccole cose che fanno della generazione uscente della Tucson un buon amico del cane. Ad esempio il telecomando per aprire le serrature delle porte consente di non mollare la presa dal guinzaglio per aprire la porta, poi ci sono i sedili posteriori annegabili e pure i vetri oscurati che regalano privacy e aiutano a non far soffrire le pene dell'inferno sotto il sole. Un Suv entry level, ma non per il mondo a quattro zampe.


JEEP LIBERTY/CHEROKEE Icona viaggiante del mondo fuoristrada nelle sue varie generazioni rappresenta una buona scelta per tutti i possessori di cani. Negli States Jeep offre per il Liberty una linea di accessori dedicati che comprende tra l'altro l'utilissima "rampa" per agevolare l'ingresso di animali ancora affettuosi ma anziani o con problemi di artrite. Vecchi si diventa tutti e un costruttore sensibile a questi temi é un costruttore buono...


MAZDA5 Le porte scorrevoli ed elettriche fanno scena ma sono stracomode anche per il cagnone che sale e scende al vostro click comodamente e senza ostacoli. I sensori evitano anche che possano rimanere chiusi per improvvisa chiusura delle stesse in caso di troppa agitazione. Gli spazi ampi a bordo del monovolume Mazda ne fanno un perfetto asilo e poi rimane un'altra medaglia al merito per gli airbag a tendina disponibili su tutte le tre file di sedili.


MITSUBISHI OUTLANDER Il SUV di casa Mitsu, che da noi viaggia anche sotto mentite spoglie di Citroen (C-Crosser) e Peugeot (4007) non offre solo le 5 stelle nel crash test, gli airbag laterali e i comandi al volante. Ci sono pure i sedili della terza fila annegabili e regala-spazi a bagagli e cani che, insieme ai numerosi ripostigli dove riporre ossa e crocchette, ne fanno una definitiva e buona opzione Dog-Friendly.


SUBARU TRIBECA Ampi spazi, bagagliaio extralarge, cinque stelle nel crash test sono la partenza. Comandi al volante per evitare distrazioni a chi guida e telecamera posteriore per vedere anche animali di taglia piccola, altrimenti invisibili, aiutano a evitare incresciosi investimenti. SubaruBau!

VOLVO XC70 Poteva mancare il costruttore che ha fatto della sicurezza la propria bandiera? Negli States Volvo offre la possibilità di montare nei propri centri

assistenza una barrieraprogettata ad hoc per gli animali, in grado di resistere pure in caso di incidente. Altro punto a favore, il "Blind Spot Warning System" che grazie ai sensori riesce a coprire angoli ciechi e avverte il conducente dei veicoli che sopraggiungono in sorpasso. Il cagnone che abbaia contento dietro le spalle fa sempre piacere ma potrebbe coprire la visuale...
Pubblicato da Luca Pezzoni, 02/11/2009
Gallery
Logo MotorBox