The Odyssey

Iveco alla Dakar 2014


Avatar Redazionale , il 01/01/14

7 anni fa - De Rooy crede negli anni pari

Il figlio d'arte, l'olandese Gerard De Rooy, al volante del suo inseparabile Iveco Powerstar, spera di ripetere l'impresa del 2012, quando riuscì a battere anche l'armata russa: gli imbattibili Kamaz

PROVACI ANCORA GERARD Nella Dakar 2012 l’olandese Gerard De Rooy al volante del suo inseparabile Iveco Powerstar, riuscì nell’impresa di tagliare per primo tra i truck il traguardo dell’edizione numero 33 della massacrante competizione, la terza sul suolo sudamericano. Fu l’anno in cui Iveco fece doppietta, perché al secondo posto si classificò un’altro olandese, Hans Stacey al volante dell’Iveco Trakker Evolution 2, mentre il campione mondiale rally degli anni ottanta, l’italiano Miki Biasion, sempre su Iveco Trakker Evolution 2, si classificò sesto dopo una sfortunata tappa nel deserto dell’Atacama, ma portò a casa la vittoria in ben 3 delle 13 prove speciali. Le spettacolari immagini che trovate nella gallery si riferiscono proprio a quell'edizione della Dakar.

TRE NAZIONI SUDAMERICANE La Dakar 2014 si svolgerà dal 5 al 14 gennaio, attraverserà Argentina, Bolivia e Cile, da Rosario a Salta per concludersi a Valpariso, per un totale di 9.000 chilometri suddivisi in 14 tappe. Poco meno di 200 moto, una cinquantina di Quad, oltre 150 auto e quasi 80 camion, sono pronti a sfidare le insidie della massacrante competizione organizzata da sempre dai francesi, costretti ad abbandonare il suolo africano, dopo la mancata partenza del 2008 a causa dei conflitti in Mauritania, ma che sono stati in grado di costruire una seconda vita alla competizione, solcando gli spettacolari deserti, e non solo quelli, del continente sudamericano.

VEDI ANCHE

QUATTRO IVECO La squadra Iveco schiera quattro equipaggi che sfideranno i sempre favoriti Kamaz russi: un Iveco Powerstar (versione per il mercato australiano caratterizzata dal muso all’americana), guidato da Gerard De Rooy, vincitore con lo stesso truck dell’edizione 2012 (già sul terzo gradino del podio nel 2004 e nel 2009); un altro olandese, Hans Stacey, al volante di un Iveco Trakker Evolution 3, vincitore della Dakar 2007 e giunto secondo nel 2012 come nel 2006; il campione spagnolo Pepe Vila, su Iveco Trakker Evolution 2; e infine il francese Jo Adua, sempre su Iveco Trakker Evolution 2 che svolgerà il non facile compito di assistenza veloce. Tutti i camion montano il potentissimo motore by FPT Industrial, Cursor 13: 12,9 litri 6 cilindri in linea, 24 valvole, accreditato di oltre 900 cavalli e 3.600 Nm di coppia massima.

FIGLIO D’ARTE Il vincitore della Dakar 2012, l'asso su cui Iveco punta, Gerard De Rooy, è figlio del più famoso Jan De Rooy, vincitore della Parigi-Dakar del 1987, secondo nel 1985 e terzo nell’82 e nell’83. Divenne all’epoca assai famoso per un sorpasso passato alla storia: nel corso di una prova speciale sorpassò con il suo camion alla velocità di 210 km/h la Peugeot 405 T16 ufficiale di Ari Vatanen, non a caso dall’anno successivo cambiarono i regolamenti per i truck, diventati pericolosamente troppo veloci.


Pubblicato da Roberto Tagliabue, 01/01/2014
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox