Autore:
Emanuele Colombo

L'OCTAVIA IBRIDA Costruita su una versione aggiornata della piattaforma Volkswagen MQB, che condividerà con la Golf di prossima generazione, cominciano a trapelare informazioni sulla nuova Skoda Octavia prevista per il 2020. Prima tra tutte quella secondo cui porterà al debutto, nella gamma del costruttore cecoslovacco, una motorizzazione mild hybrid a 48 V e un'ibrida plug-in.

LE ALTRE MOTORIZZAZIONI Le nuove unità elettrificate andranno ad affiancare motorizzazioni tradizionali: in particolare il TSI 1.5 a benzina di derivazione Volkswagen e un nuovo diesel di pari cilindrata. Il design manterrà linee da berlina, ma con soluzioni che miglioreranno la praticità e linee all'avanguardia che, pur mantenendo l'aspetto di una berlina, maschererano all'occhio una carrozzeria a due volumi.

IBRIDA ANCHE LA RS Stando a Christian Strube, capo R & D di Skoda, anche la versione sportiva Skoda Octavia vRS (o semplicemente Octavia RS) prevista per il 2021 è una buona candidata per ricevere una nuova motorizzazione ibrida, per coniugare prestazioni elevate con consumi ed emissioni ridotte, in virtù della possibilità di viaggiare in modalità 100% elettrica nel casa-ufficio.

IL MOTORE DELLA SUPERB Il nuovo motore ibrido sarebbe derivato dal sistema plug-in hybrid della concept Skoda Vision RS, che ha debuttato al salone di Parigi 2018 e che equipaggerà la nuova Skoda Superb 2019, accreditato di 245 CV di potenza e 70 km di autonomia nella marcia puramente elettrica.

I NUMERI DA BATTERE Probabilmente per una Octavia RS il powertrain della Superb andrebbe rivisto, per ottenere prestazioni ancora più elevate. L'attuale Octavia RS già sviluppa 245 CV grazie al motore 2.0 litri a benzina, che le consentono un tempo di 6,6 secondi nello 0-100 km/h e una velocità massima di 250 kg. Prestazioni che una nuova Octavia RS dovrebbe chiaramente migliorare.

LA NUOVA COMPATTA Tra le compatte, Skoda conta invece di schierare già dal 2019 una nuova Rapid, allestita sulla stessa piattaforma A0 MQB di Seat Ibiza e Volkswagen Polo. La Skoda Rapid non punta a diventare una scelta economica nel segmento, ma anzi a confrontarsi con la Golf tra le vetture premium.

IL SUV COMPATTO Rapid sarà anche la base su cui nascerà il prossimo SUV compatto di Skoda, anticipato dal prototipo Vision X allo scorso Salone di Ginevra. Sarà la rivale cecoslovacca di Volkswagen T-Roc e Seat Arona: la produzione in serie è prevista per il 2019 e per il nome le due proposte più accreditate sarebbero Anuq e Amiq.

E POI LE ELETTRICHE Citigo E sarà invece la prima auto elettrica di Skoda. Prevista per il prossimo anno, permetterà di maturare esperienza nel settore dei veicoli a emissioni zero in vista del lancio della versione di serie della concept Vision E: vista al Salone di Francoforte dello scorso anno, questa vettura sarà basata sulla nuova piattaforma MEB del gruppo VW.


TAGS: Skoda Vision X skoda octavia 2020 skoda octavia ibrida skoda octavia plug-in hybrid nuova skoda rapid skoda anuq skoda amiq skoda citigo e