Autore:
La redazione

NOVITÀ SOTTO IL COFANO Peugeot amplia la gamma Rifter facendo debuttare sul suo multispazio il motore benzina PureTech da 130 CV. Si tratta di un tre cilindri di 1.2 litri a iniezione diretta e turbocompressore, dotato anche di filtro antiparticolato GPF e abbinato al cambio automatico a 8 rapporti EAT8. Questa unità ha ottenuto per quattro anni consecutivi, dal 2015 al 2018, il premio di Engine of The Year ed è montato su altri modelli della Casa del Leone.

MULTISPAZIO IN CHIAVE SUV Il Peugeot Rifter adotta alcune peculiarità di stile e funzionali ereditate del mondo dei Suv: infatti, lo look è definito da alcuni tratti caratteristici come gli ampi passaruota privi di verniciatura, le protezioni dei sottoporta e degli scudi paraurti e un’altezza più elevata dal suolo per superare piccoli ostacoli senza problemi. Peugeot Rifter può essere dotato anche di tecnologie già utilizzate sulla famiglia dei Suv francesi.

QUASI COME UNA 4X4 Fra gli optional vi è infatti l’Advanced Grip Control che, con l’abbinamento di serie degli pneumatici M+S da 16”, incrementa la trazione su fondi scivolosi consentendo di muoversi con maggiore agilità. La funzione HADC, poi, permette il controllo automatico della velocità in discesa dell’auto, elevando ancor più la sicurezza in situazioni dove il guidatore potrebbe essere in difficoltà.

CRUSCOTTO SPAZIALE Il multispazio Peugeot porta al debutto in questo segmento di vetture l’innovativo cruscotto definito i-Cockpit, il sistema di interfaccia fra automobile e guidatore che, secondo Peugeot stessa, incrementa la sicurezza e il comfort durante la guida. I comandi fisici su plancia e volante sono ridotti al minimo e quasi tutte le funzioni di bordo sono demandate al touchscreen posto sopra le bocchette di aerazione centrali.

PIATTAFORMA MODULARE Costruito sulla piattaforma EMP2, il Peugeot Rifter è disponibile in due diverse lunghezze: 4,4 o 4,75 metri, entrambe disponibili con l’abitacolo a 5 o 7 posti, per una gamma molto ampia di motorizzazioni e allestimenti: le unità a benzina sono PureTech da 110 o 130 CV, mentre per i diesel abbiamo il BlueHDi da 75, 100 o 130 CV.

PER TUTTI I GUSTI E LE TASCHE La gamma Peugeot Rifter è articolata su tre allestimenti nelle due differenti lunghezze di corpo vettura: Active, Allure e GT Line. La versione che monta il nuovo motore PureTech 130 S&S abbinata di serie al cambio automatico EAT8 è disponibile con tutti gli allestimenti e in entrambe le lunghezze: Active (24.500/25.700 euro), Allure (25.800/27.000 euro) e GT Line (27.000/28.200 euro).


TAGS: peugeot novità peugeot peugeot rifter peugeot rifter 2019 nuovo motore peugeot rifter