Autore:
Luca Cereda

PIU’ UNICI CHE RARI Amate la guida alta e vi piacciono i mezzi robusti? E magari avete pure una passione per il vintage. Se è così, non perdevi l’asta di Artcurial (https://www.artcurial.com/en/asp/searchresults.asp?pg=1&ps=18&st=D&sale_no=3114) del prossimo 18 settembre: il martello batterà per alcune auto, moto, perfino carri armati che hanno preso parte allo sbarco in Normandia. Scherzi a parte, si tratta di veri e propri pezzi di storia e rappresentano un’occasione ghiotta per appassionati e collezionisti.

FUORISTRADA Ce n’è per tutti (o quasi) i portafogli. Secondo le stime della casa d’aste parigina, con 15-25.000 euro ci si può portare a casa una Jeep Willys MB del ’43 perfettamente restaurata secondo gli standard originali, così come era stata preparata dagli americani per l’operazione Overlord e l’invasione delle coste francesi. Sul frontale spicca una barra per squarciare il filo di ferro dei tedeschi, tra le dotazioni addirittura un decontaminatore chimico.

LE MOTO Allo stesso prezzo può venir via un’Harley Davidson WLA del 1943 guidata dalle forze americane e inglesi. Con molto meno si può invece puntare a una Norton WD 16H dello stesso anno fornita all’armata inglese, con motore monocilindrico da 490 cc: dovrebbe bastare una cifra compresa tra 4.500-9.000 euro. Sponda tedesca, invece, tra i vari lotti spicca anche un affascinante quanto raro Sidecar delle truppe del generale Rommel, rigorosamente in livrea Afrikakorps. Questa R75 BMW, restaurata in tutte le sue componenti (compresi motore, trasmissione e telaio) nel 2012, dovrebbe venire a costare tra i 30 e i 40mila euro.

GROSSI CALIBRI Il pezzo forte? Non poteva che essere il carro armato americano, un esemplare di M4 Sherman di cui al mondo restano pochi esemplari. Anche per questo il prezzo stimato è potrebbe arrivare a 400.000 euro, partendo da una base d’asta di circa 250.000. Questi gioielli arrivano tutti dal Normandy Tank Museum di Catz, piccolo comune francese della Bassa Normandia dove, nel 2013, il collezionista di veicoli della Seconda Guerra Mondiale Patrick Nerrant ha deciso di fondare un museo. Il museo organizzava anche tour con i blindati e sorvoli delle spiagge della battaglia, ma avuto vita breve. A settembre chiuderà, dando inizio alla diaspora di questi splendidi cimeli.    


TAGS: auto storiche mezzi militari carro armato