Concept Car

Hiriko EV


Avatar di Luca Cereda , il 22/02/12

9 anni fa - La Hiriko EV è l'elettrica che ti fa spazio

Venuta da Marte? No, dalla Spagna. La Hiriko EV si parcheggia in un terzo dello spazio di una city-car grazie alla flessibilità del suo telaio. Andrà in produzione nel 2013. 

SALVASPAZIO La solita auto elettrica? Nì. La mano santa per il futuro della mobilità urbana? Forse, ma è presto per dirlo. Intanto presentiamola: la Hiriko EV, così si chiama, è una due posti elettrica frutto del progetto del MIT (Massachussets Institute of Technologies) in collaborazione con un consorzio di aziende basche (dalla società d'investimento ai partner tecnologici) che dal 2013 entrerà in produzione, con l’obiettivo ambizioso di raggiungere le 9.000 unità annue. Nel concept ha una tecnologia che le permette di piegarsi come una sedia da campeggio e parcheggiare così in un terzo dello spazio di una city-car. Questa è la sua arma in più rispetto alle solite auto a scossa.

COMPRIMIBILE Strana è strana, la Hiriko EV. Un po’ per quella sua forma a uovo di Mork che poggia su quattro ruote, un po’ per alcune soluzioni progettuali. Avete notato che mancano le porte? Bene, questo perché vi si entra direttamente da davanti sollevando il portellone anteriore-parabrezza come sulla Isetta di antica memoria. Particolare è anche il volante, con controlli tipo joystick. Ma la sua peculiarità vera è la configurazione delle sospensioni posteriori che consente alla Hiriko, in fase di parcheggio, di ripiegare all’interno il modulo posteriore riducendone l’ingombro di un bel pezzo: secondo i progettisti, lo spazio occupato diventa pari a un terzo di quello di una Smart. Altra chicca, le quattro ruote motrici sono anche capaci di girare su se stesse di 360 gradi garantendo così alla Hiriko una stupefacente versatilità negli spazi stretti.

PRESTAZIONI Le prestazioni, poi, non sembrano disprezzabili per un’auto destinata al ruolo di tender da città (Hiriko in basco significa infatti "urbano"). La scheda tecnica della Hiriko EV parla di un’autonomia di 120 km e di una velocità massima di 90 km/h. E se non si sconfina dall'area urbana, è possibile limitarne la velocità ai 50 km/h cittadini. Le dotazioni? Non ci abbiamo messo piede dentro, ancora, ma il navigatore è annunciato di serie. Le fortune della Hiriko dipenderanno dal suo costo finale: se non supererà di troppo quello di un’utilitaria, molti potrebbero farci un pensierino. Indiscrezioni parlano di 12.500 euro come prezzo d'accesso, escluso il nolo della batteria.  


Pubblicato da Luca Cereda, 22/02/2012
Gallery
Logo MotorBox