news

Ford StreetKa


Avatar Redazionale , il 10/09/02

19 anni fa -

A Parigi si vedrà per l'ultima volta ferma. Poi, si parla dei primi del 2003, sarà l'ora delle strade di tutti i giorni. Basta con le foto da concept, addio ai dubbi Ford sulla commercializzazione. Ecco la roadster, ecco i dettagli.

Sviluppata da un team Ford guidato da Chris Bird, la progettazione è stata realizzata attraverso una nuova partnership tra Ford Europa e le Industrie Pininfarina SpA. Bassa, larga, tondeggiante, col cofano allungato e il parabrezza inclinato, ha tanto di polipropilene in tinta carrozzeria nei paraurti anteriori, che si estendono fino ai passaruota maggiorati, incorniciando i gruppi ottici, più spigolosi rispetto alla Ka.

Il design posteriore riprende lo stile del frontale, con la forma originariamente creata dal team del design di Ghia. La linea di cintura che punta in basso dalla coda al muso, raccorda i gruppi ottici, quelli posteriori che si chiudono a V evidenziando il terminale di scarico centrale, a quelli anteriori, lunghi e stretti, fino ai fendinebbia a triangolo che chiudono la presa d’aria inferiore.

L’edge design

– nato proprio con la versione chiusa, sulle strade dal 1996 – si estremizza, incorniciando i due sedili usciti dal set di Guerre Stellari e protetti dai roll bar in alluminio. Nero dentro, vivacizzato da una serie di inserti chiari: il cruscotto e le finiture delle portiere sono in nero Ebano, il nuovo pannello strumenti Ka (che comprende contachilometri elettronico, contagiri e indicatore carburante, a seconda delle versioni) e l’orologio centrale di forma ovale sono neri, pure loro, con grafiche bianche. Più inserti in alluminio spazzolato ripresi da Puma, come il pomello lavorato del cambio, le griglie di ventilazione, la cornice dell’orologio e il rivestimento delle due razze dello sterzo sportivo, ricoperto in pelle nero Ebano.

La capote snobba i comandi elettrici: l’operazione di apertura manuale, che prevede sette movimenti, richiede meno di trenta secondi da parte di una sola persona. Streetka è equipaggiata con un motore ad attrito ridotto completamente nuovo: il Duratec 8V 1.6 litri che eroga una potenza di 95 cavalli (70 kW) e una coppia di 135 Nm a 4250 giri/min (accelerazione da 0 a 100 km/h in 12,1 secondi). Il consumo medio dichiarato è di 7.9 litri per 100 chilometri.

C’è poi un nuovo e set-up di tutte le componenti delle sospensioni, carreggiate maggiorate, rigidità di rollio aumentata del 25% per un ridotto rollio del telaio, una migliore stabilità in curva e un controllo più immediato, nuovi cerchi in lega da 16 pollici e un gruppo motopropulsore con precise proprietà di sonorità, sistemi dello chassis nei quali i rumori fastidiosi e le vibrazioni sono isolate dall’abitacolo, un telaio in acciaio che è ottimizzato per i più bassi rumori del vento e per l’assenza di cigolii e tintinnii.


Pubblicato da Ronny Mengo, 10/09/2002
Gallery
Logo MotorBox