Saloni

Dubai Motor Show 2015: chi ce l'ha più grosso (...il motore)?


Avatar di Luca Cereda , il 14/11/15

5 anni fa - Dal Salone di Dubai, cinque frutti esotici che solo pochissimi possono cogliere

Costose, estreme, a volte eccessive. Ecco 5 supercar fiorite dal deserto

Lo chiamano “boulevard of dreams”, il “viale dei sogni”. Percorrendolo si incontrano alcune delle supercar più estreme, quelle che solo i petroldollari possono comprare. Per questo motivo, il viale dei sogni non sorge in una città vera ma al Salone dell’auto di Dubai, un posto dove esagerare è lecito. Soprattutto con cavalli e cilindri. Ecco una selezione dei frutti esotici più succosi di questa edizione 2015, in scena fino al 14 novembre.  

W MOTORS FENYR SUPERSPORT Ricordate la Lykan? Se avete visto Furious 7 probabilmente sì, altrimenti cercate tra le nostre correlate. In ogni caso, questo è il sequel (più estremo e potente). Telaio tubolare in alluminio e scocca in materiali compositi, la Fenyr Supersport monta un 4 litri biturbo abbondantemente elaboraato dal tuner RUF. Di base fa 900 cv, ma può arrivare a 1200. 0-100 in 2,7 secondi e oltre 400 km/h di velocità massima. 25 gli esemplari previsti, non uno di più. Il prezzo non è ancora stato dichiarato, ma se la Lykan costa più di 3 milioni di euro, fate voi i conti…

PANOZ ESPERANTE GTR-1 Allo stand ci sono anche la Spyder e la Spyder GT, le ultime Panoz. Ma a catturare gli sguardi è questo esemplare perfettamente restaurato (e street legal) della Esperante GTR-1 che corse, tra le altre, la 24 Ore di Le Mans. Una race car a tutti gli effetti che, però, può sfrecciare su strada, col suo 6.0 litri V8 di derivazione Ford da 600 cv. Per la cronaca, questo esemplare appartiene ancora alla Casa georgiana e non è in vendita. Tuttavia, per circa 890.000 dollari (personalizzazioni escluse) Don Panoz realizza su richiesta una replica dell’originale.

BRABUS ROCKET 900 DESERT GOLD EDITION Prendi una Mercedes Classe S65 AMG, pompala ancora un po’ e poi ricoprila d’oro. A proposito di esagerare… Lo ha fatto Brabus con una delle sue ultime creature, la Rocket 900, resa ancor più appariscente dal vestito luccicante con cui sfila a Dubai. Con i suoi 900 cv e 1500 Nm (limitati a 1200) di sicuro non rischiava di passare inosservata, ma tant’è. A dare man forte arrivano, oltre alla livrea Desert Gold, da cui il nome, diverse aggiunte in fibra di carbonio, speciali cerchi da 21’’ con pinze freno dorate e interni… al limite del kitsch. Dubai: this must be the place.

DAVID BROWN SPEEDBACK GT Inseguimenti mozzafiato tra le dune del deserto? E chi li ha mai visti. Eppure il mito della DB5 di 007 rivive qui, con il debutto in società della David Brown Speedback GT, realizzata però sulla base di una Jaguar XKR con motore V8 Supercharged da oltre 500 cv. Il sangue blu inglese non glielo toglie nessuno, visti anche gli interni a 5 stelle degni di una Rolls Royce. Il prezzo, intorno ai 700.000 euro, è quasi argent de poche qui, dove circolano i petroldollari.  

MCLAREN 650S SPIDER AL SAHARA 79 (by MSO) Meno esotica delle altre supercar citate, questa 650S nel mazzo ci finisce lo stesso. Se non altro per il nome arabeggiante che, tra le altre cose, ci fa un ripasso di chimica. 79, infatti, è il numero atomico dell’oro, qui utilizzato (in piccole particelle) nella mescola della vernice, che ne guadagna in lucentezza. 650 sono invece i cv del V8 biturbo, cuore della 650S Spider Al Sahara 79, caratterizzata da un outfit bianconero ripreso dagli interni. Sarà venduta solo in Medio Oriente ed è un omaggio ai tanti aficionados del luogo. Che non di rado bussano – soldi in tasca- su a Woking.


Pubblicato da Luca Cereda, 14/11/2015
Gallery
Logo MotorBox