Anteprima:

Bentley Continental Flying Spur


Avatar Redazionale , il 19/01/05

16 anni fa - Quanta fretta, Sua Maestà!

Ha un portamento regale ma il fisico è quello di una vera atleta: con 552 CV e 306 km/h questa è la Bentley a quattro porte più veloce della storia. Sarà in vendita in primavera a un prezzo ancora da definire.

AVANTI UN'ALTRA Non si sono ancora chiusi i battenti del Salone di Detroit e la Bentley è già con la testa altrove, con il capo chino a lavorare su altre novità. A breve distanza dalla presentazione del prototipo della Arnage Drophead Coupé, che potrebbe raccogliere da qui a un anno l'eredità della mitica Azure, la Casa di Crewe svela le forme dell'attesa Continental a quattro porte. Alla faccia della diceria che vuole il marchio inglese ingessato e poco incline al rinnovamento!

E' GIA' REALTA' La Continental berlina, che riporta in auge un glorioso nome del passato, Flying Spur, non è affatto una concept e sarà in vendita già questa primavera a un prezzo che è ancora da definire. Nella linea è evidente lo sforzo dei designer di mantenere l'impostazione della sportiva della Continental GT anche con una carrozzeria di taglio classico.

FISICO SCULTOREO Come un'atleta in abito da sera, la Flying Spur ha forme sinuose e muscoli ben definiti, che trasmettono un notevole senso di potenza. Compatibilmente con il rango della Bentley - noblesse oblige-, tutto è fatto all'insegna di una certa sobrietà. Niente di chiassoso o di sfacciato ma solo tanta, tantissima sostanza. Di appendici aerodinamiche non c'è traccia, se si eccettua il profilo un po' aggrottato del bagagliaio. Anche i particolari più sportivi, come la rete che fa da griglia al radiatore, l'ampia presa d'aria anteriore o i terminali di scarico cromati (che riprendono il disegno ovale dei Led delle luci) passano quasi inosservati, diluiti nella pulizia delle linee generali.

PER 4 O PER 5 L'abitacolo, invece, è a dir poco sfarzoso. Ogni centimetro quadrato è rivestito con una cura certosina in pelle o in legno. Tutto (ma proprio tutto) è rigorosamente di serie, dal sistema di informazione e intrattenimento integrato al climatizzatore quadrizona, passando per il tetto apribile. Al cliente non resta che scegliere i pellami e le essenze di suo gusto e decidere se dotare la zona posteriore della Continental di due sedili singoli regolabili elettricamente divisi da un mobiletto centrale, oppure di un classico divanetto a tre posti.

TARATO AD HOC La meccanica è quella già collaudata sulla Continental coupé. Il motore è il noto 12 cilindri biturbo da 6 litri, qui accordato ad hoc per meglio adattarsi alle diverse esigenze del cliente-tipo Flying Spur. La potenza ha un picco a quota 552 CV, mentre la coppia massima è degna quasi di un motore elettrico, visto che resta quasi costante dai 1.600 giri in sù, fino a che la lancetta bussa alla zona rossa del contagiri (non è stato comunicato però il valore).

A(T)TRAZIONE INTEGRALE Per assicurare la giusta presa agli zoccoli di tutti questi cavalli, la Flying Spur adotta la trazione integrale permanente. Il cambio è uno ZF a sei marce che lavora in modalità automatica o sequenziale, con la possibilità di selezionare i rapporti tramite la classica leva oppure agendo su levette al volante in stile Formula 1. In entrambi i casi le prestazioni sono tali da far impallidire le più accreditate sportive: l'accelerazione da 0 a 100 km/h avviene in circa 5 secondi mentre la velocità di punta di 306 km/h fa di questa Continental la Bentley a quattro porte più veloce di ogni tempo.


Pubblicato da Paolo Sardi, 19/01/2005
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox