News

Anteprima: Volkswagen Polo Fun


Avatar Redazionale , il 26/09/03

18 anni fa -

Bella, muscolosa, trendy. Anzi SUV, per dirlo in una sola parola. La Polo smette gli abiti da cittadina borghese e si prepara per il fine settimana: più alta, più "gommata", più appariscente. Per chi dal lunedì al venerdì fa vita metropolitana, ma nel weekend si vuole divertire.

ADDOMINALI Già nel nome, le intenzioni di Wolfsburg sono chiare. Fun, divertimento, così hanno chiamato questa nuova Polo. Che sta a quella normale come una Fusion ad una Fiesta: versione urban-sport-utility, gippina da città, utilitaria che ha fatto gli addominali.

AGGRESSIVA La Polo quasi off-road mantiene lo stesso sguardo sdoppiato della berlina classica, a differenza della rivale, e le stesse lamiere. In compenso tanta aggressività in più nei bei paraurti, quello posteriore incavato come se fosse disegnato con lo scalpello; e muso più combattivo grazie a fendinebbia e inserti opachi. Ma soprattutto maggiore altezza da terra, visto che sotto il pianale la Volkswagen dichiara circa due centimetri in più. Che sembrano pochi, ma sono sufficienti per dare all’auto tutto un altro aspetto.

MILLIMETRI I tuner lo sanno, la cattiveria si misura in millimetri. E se di solito si risica fino all’ultimo per abbassare il sottoscocca; questa volta per guadagnare in sportività l’assetto è rialzato. Più la macchina è versatile, più ci si diverte - sembra essere la filosofia.

CILIEGINA Quindi i progettisti tedeschi hanno mescolato le barre portatutto al volante in pelle traforata, i sottoporta con fasce protettive alla pedaliera alluminum-style. Chiudendo con la ciliegina sulla torta, la guarnitura finale: cerchi in lega da 17 pollici su pneumatici 215/40 ZR 17 (questi sì da preparatore).

SCELTA Il bello è che la Fun arriverà davvero sul mercato europeo. Sono già pronte ben sette motorizzazioni da montare dietro la nuova calandra, dal 1.2 tre cilindri 55 CV fino al 1.4 100 cavalli. Passando per un altro milledue (64), un millequattro (75) e anche un FSI 1.4 a iniezione diretta di benzina con 86 horsepower.

TIDIAI Sul fronte diesel ci sono il classico 1.4 TDI settantacinque CV e il 1.9 da 100 cavalli. Resta da scoprire se arriveranno versioni più potenti: nel frattempo, anche senza averla provata il consiglio di Motorbox è quello di puntare ad un propulsore con almeno 70 unità equine

GT Anche perché in fatto di potenza a Francoforte non sono mancate le novità per la Polo. Con la carrozzeria tradizionale è stata lanciata la GT, in vendita dalla fine dell’anno. E oltre alle sei marce e alle ruote da 16”, qui il TDI di cavallini ne ha 130.


Pubblicato da Silvio jr. Suppa, 26/09/2003
Gallery
Logo MotorBox