AL MIO SEGNALE SCATENATE L'INFERNO Avremmo potuto mettere alla prova gli Airbump della Citroën C4 Cactus tra i carrelli impazziti di un centro commerciale per vedere quanto siano efficaci contro i piccoli urti quotidiani, avremmo potuto anche osservare una allegra nonnina tentar di parcheggiare nell’ora di punta in centro a Milano o magari tutte e due le cose insieme ma nulla di tutto ciò. La verità è che abbiamo deciso di metterci in prima linea e di provare sulla nostra pelle gli effetti di un cuscino d'aria, proprio come fanno gli Airbump. Come? Imbracati di tutto punto nelle bubble ball. Ne avete mai sentito parlare? Si tratta di grosse nonché pensantucce sfere di gomma, piene d’aria, che rendono decisamente più divertente una partita di pallone, visto che assorbono gli impatti tra i giocatori. A fare da porte, ovviamente, due Citroën C4 Cactus o, meglio, i loro Airbump.

NON SONO TUTTE “BALLE” Le squadre: quella composta dalla redazione di MotorBox, in pantaloncini neri e maglietta blu, e quella, tutta al femminile, formata da giovani modelle in short di jeans e canottina bianca. Segna il gol chi riesce a centrare l’Airbump della Cactus. Come è andata? Bene direi, se escludiamo il fatto che nessuno di noi avesse, mai prima d’ora, provato a giocare in una palla di gomma trasparente che restituisce un campo visivo pari a quello di un ubriaco miope che ha perso gli occhiali. Senza contare il fatto che il caldo estivo ha aumentato il coefficiente di difficoltà, tanto che a fine partita eravamo cosi sudati da sgusciare via delle bubble ball come trote di torrente tra le mani di un pescatore inesperto. A non fare un plissé sono stati gli Airbump delle Cactus che hanno assorbito tutte le pallonate, cannonate comprese. Come è finita? Guarda il video!


TAGS: citroën cactus airbump bubble ball