Autore:
Raffaele Gomiero

LA PIU’ VELOCE DEL WEST Sulla nuova fotocamera mirrorless Sony α6300 l’azienda giapponese ha montato un autofocus davvero da paura.  Si chiama 4D focus ed è in grado di bloccare la messa a fuoco sul soggetto in appena 0,05 secondi sfruttando ben 425 punti AF a rilevamento di fase, che prendono tutta l’immagine inquadrata.  Un’altra interessante caratteristica della fotocamera è la possibilità di scattare foto a raffica a 11 frame al secondo con autofocus continuo e tracking dell’esposizione. Insomma se il vostro problema è la messa a fuoco con la α6300 consideratelo risolto definitivamente.

NEL CENTRO DEL MIRINO Sulla α6300 si può utilizzare sia lo schermo LCD sia il mirino Tru-Finder esattamente come una reflex, in questo modo si avranno tutti i vantaggi del mirino elettronico e l’immediatezza di un mirino ottico. L’α6300 monta un sensore CMOS da 24,2 MP che lavora insieme al processore d’immagine BIONZ X, combinazione che permette alla α6300 di ridurre sensibilmente il rumore e contemporaneamente scattare foto ad alta risoluzione con un’ISO che arriva fino a 51.200.

RIPRENDE DA PROFESSIONISTA Non è una macchina professionale naturalmente, ma sulla α6300 sono presenti funzioni e modalità video davvero sorprendenti. Innanzitutto stiamo parlando di qualità 4K a 100 Mbps (e 50 Mbps in Full HD) con messa a fuoco il doppio più veloce rispetto al modello precedente, con possibilità di regolare la sensibilità del tracking dell’autofocus. In Full HD riprende a 120 fps, cosa che fino ad oggi era considerata impossibile sulle fotocamere a obiettivi intercambiabili, inoltre supporta il formato Super 35mm. Magari questa volta siamo andati troppo sul tecnico (e considerate che le caratteristiche non sono finite qui), ma la nuova Sony α6300 è davvero un passo avanti per quanto riguarda le mirrorless. Sarà disponibile da marzo al prezzo di 1.250 euro per il solo corpo macchina.


TAGS: fotocamere Sony mirrorless 4K macchina fotografica autofocus Sony α6300 α6300 CMOS 4D focus bionz x