DAL MOTOMONDIALE... Classe 1993, Lorenzo Savadori si è distinto fin dagli inizi della sua carriera per una grande fame di vittoria: secondo nella Red Bull Rookies Cup del 2007, Campione Italiano e Campione Europeo Velocità 125GP nel 2008, poi la wild card nel Motomondiale al Mugello e quella a Misano Adriatico. Risultati che gli permisero di disputare due stagioni, quelle del 2009 e del 2010, in 125 con l'Aprilia, ma che non sfociarono in quel qualcosa di più che tutti si aspettavano.

… ALLA SUPERSTOCK 1000 Qual era il problema? Forse il suo fisico alto e asciutto non era adatto alle piccole e leggere ottavo di litro... Quindi dal 2011 si spostò di categoria e passò nella Superstock 1000: quell'anno corse con la Kawasaki del team Lorenzini, l'anno successivo con la Ducati Panigale del team Barni Racing, mentre nel biennio 2013-2014 tornò in sella a una verdona, stavolta messa a disposizione dal team Pedercini. Una serie di stagioni in cui ha fatto la gavetta che gli serviva per catapultarsi, nel 2015, finalmente nella posizione che si meritava: il gradino più alto del podio.

CAMPIONE DEL MONDO Quell'anno, infatti, passò al team Nuova M2 Racing che gli affidò un'Aprilia RSV4 RF con la quale centrò 4 vittorie, 2 secondi posti, una medaglia d'argento e un piazzamento in top ten. Quanto bastava per battere il connazionale Roberto Tamburini e di centrare il tanto agognato Titolo Mondiale sul circuito di Magny-Cours, garantendo alla Casa di Noale il primo Titolo di categoria.

FINALMENTE IN SUPERBIKE Con questo risultato il “Sava” ottenne il biglietto d'ingresso per il Mondiale Superbike, in cui iniziò a gareggiare dal 2016 sempre in sella alla quattro cilindri veneta, stavolta però gestita dal team IodaRacing. Una stagione fatta di alti e bassi e conclusa al decimo posto, che sfociò in un 2017 al via con una squadra tutta nuova: stiamo parlando del team Milwaukee, passato dalle BMW alle Aprilia e che ha fatto vivere a Lorenzo un Campionato ricco di piazzamenti, ma anche di scivoloni come l'incidente patito in Gara 2 sul circuito thailandese di Buriram. Il risultato finale, un mesto 11esimo posto, è stato al di sotto delle aspettative, per cui il proposito per il 2018 è quello di partire con il piede giusto al fine di lottare, finalmente, per le posizioni che contano.

Segui Lorenzo SavadoriSito Ufficiale  Twitter  Facebook  Instagram

STATISTICHE

Anno Categoria Pole Gare Podi Giri più veloci Posizione
2017 SBK  0  24  0  0  0  0  0 11°
2016 SBK  0  26  0  0  0  0  0 10°
2015 STK  3  8  7  4  2  1  2
2014 STK  4  7  4  2  1  1  2
2013 SBK    1            
2013 STK    10  3  1    2  2
2012 STK    10  3  1  1  1  
2011 STK    10           15°

TAGS: lorenzo savadori superbike 2018 sbk 2018 team milwaukee aprila sbk aprilia sbk 2018