Autore:
Stefano Cordara


ARIA DI CASA Il salone di Parigi è quello di casa per la Peugeot. La Casa francese è solita infatti fare le cose in grande proprio per il Mondial du Deux Roues e anche quest'anno non si è smentita. Al maxi Satelis, di cui abbiamo già parlato a parte si è affiancato anche il Geopolis, ruota alta con ambizioni da grande. Anche il Geopolis dispone di una famiglia molto allargata per quanto riguarda le cilindrate.

QUATTRO MOTORI

Si parte dai 125 cc del nuovo motore aspirato con testa a quattro valvole (capace di girare fino a ben 11.000 giri) e in grado di erogare la massima potenza permessa per questa cilindrata: 15 cv tondi, per finire al monocilindrico 500 made in Piaggio da una quarantina di cavalli. Nel mezzo il 125 compressor e il 250 (anch'esso Piaggio) per accontentare proprio ogni esigenza.

TANTA TECNOLOGIA

Come promesso, quindi, il motore Compressor (già giunto alla seconda generazione) è destinato lentamente ad allargare la sua presenza a gran parte della gamma. Il costruttore transalpino, che, come sempre, gioca forte sulla tecnologia (il Geopolis è proposto con ABS/PBS di serie nella versione Executive, la più ricca) ma anche sullo spazio che secondo i tecnici non trova paragoni su scooter di analoga categoria (Scarabeo, Beverly e compagnia). Sella a 787 mm da terra, 75 cm a disposizione dei piedi e 51 cm tra piano sella e pedana offrono un'idea dell'abitabilità del Geopolis che si dice pronto ad ospitare anche gli spilungoni.

RUOTE ALTE PER DAVVERO

Le due ruote da 16 pollici lascerebbero poi supporre uno spazio limitato nel sottosella, invece Peugeot giura che sotto la sella del Geopolis ci starà almeno un casco jet con visiera, spazio a cui andrà ad aggiungersi anche il cassettino nel retroscudo. Come il Satelis anche il Geopolis monta lampade alogene H7 che assicurano una luminosità aumentata del 30%, l'immobilizer di serie e (come optional) la catena Abus da 140 cm che sparisce inghiottita nell'apposito spazio nella zona posteriore, da sempre vanto degli scooter Peugeot. Di serie anche la presa per ricaricare il cellulare, piazzata intelligentemente nel cassetto dietro lo scudo e non nel vano sottosella.

TAGS: peugeot geopolis