Autore:
Stefano Cordara

SCOOTER PROTAGONISTI Crisi o non crisi il mercato degli scooter è sempre quello che traina i numeri di vendita. Anzi, se vogliamo andare più nel dettaglio, noteremo che la percentuale di scooter circolanti rispetto alle moto è addirittura in aumento. Un mercato, questo, che, per chi costruisce pneumatici, rappresenta una vera miniera d’oro. Gli scooter viaggiano, si spostano, vanno in vacanza e non si fermano nemmeno in inverno. Sono tanti e consumano molti pneumatici. Sarà anche per questo motivo che ultimamente stiamo assistendo a un certo “movimento” tra le novità dedicate agli automatici.

MERCATO VIVACE Dopo anni in cui abbiamo assistito a un certo immobilismo, ora, invece, le novità arrivano con una frequenza ben maggiore. E tra i costruttori più effervescenti c’è sicuramente Michelin che, in due anni, ha praticamente rinnovato completamente la propria gamma di pneumatici scooter. Il Bibendum è andato in due direzioni ben precise. Due anni fa ha pensato al bagnato, con il City Grip, pneumatico che potremmo definire quattro stagioni, dotato addirittura di lamelle per migliorare il grip in condizioni di aderenza difficile. Oggi, invece, arriva il Power Pure SC, pneumatico di tutt’altra pasta,  dedicato agli scooteristi più sportivo.

DOPPIA MESCOLA Sportivo soprattutto per le scelte tecniche. Per prima, infatti, Michelin introduce la tecnologia 2CT (2 Compound Thread) ovvero il battistrada bimescola, su un prodotto dedicato agli scooter. Un'evoluzione logica, perché la tecnologia bimescola è nata in pista ma poi ha trovato applicazione perfetta sugli pneumatici  Sport touring, di cui il prodotto scooter si può considerare una diretta emanazione. Alla fine, che si tratti di moto o di scooter, il cliente chiede sempre le stesse cose: grip e durata. In più, chi guida lo scooter vuole avere meno problemi possibile e chiede al proprio pneumatico un comportamento soprattutto sincero in ogni condizione di guida.

PER GLI SPORTIVI Chi quindi ha il polso particolarmente “caldo” anche quando affronta il tragitto casa-lavoro troverà nel Power Pure SC un prodotto alla sua altezza. Il nuovo Michelin non rimpiazza in gamma il City Grip ma lo affianca andando a equipaggiare misure che per Michelin fino a oggi erano un po’ scoperte. I due prodotti, quindi non si sovrappongono.

IL RADIALE A FINE ANNO Le promesse del Power Pure SC sono quindi, agilità, maggior grip una volta in piega e maggiore durata nella parte centrale, caratterizzata da una zona particolarmente “piena”. Un avviso importante va a tutti i possessori di scooter bicilindrici che probabilmente saranno tra coloro che apprezzeranno maggiormente la novità di Michelin. La versione radiale sarà disponibile solo verso la fine del 2012. In questo momento, invece, sono già disponibili i Power Pure SC di tipo convenzionale (quelli quindi adottati dalla maggior parte degli scooter in commercio).

SPORT E COMFORT Tutto sul Power Pure SC lascia intendere un comportamento molto sportivo ma devo dire che la prima cosa che invece mi ha colpito positivamente è stato il comfort. Come altri prodotti Michelin, anche questo nuovo pneumatico per scooter sfrutta una carcassa molto morbida che riesce a smorzare al meglio le microasperità dell’asfalto assorbendo i colpi meglio di altri prodotti. Credo che difficilmente scooter anche potenti potranno riuscire a mettere in difficoltà il grip del nuovo Michelin ma la cosa positiva emersa durante la prova è stata l’agilità offerta dal Power Pure SC e anche la simbiosi tra i due profili.

BENE ANCHE CON L’ABS Provato su un Burgman 400 su percorsi piuttosto tortuosi, si è rivelato ottimo sia quanto a trazione, sia (ed è la cosa più importante) in frenata, dove l’anteriore ha mostrato ottimo feeling con l’impianto ABS Suzuki.  Insomma, sportivo sì, ma il Michelin Power Pure SC sembra anche molto attento a farvi arrivare a destinazione non solo soddisfatti per la guida ma anche rilassati per il comfort e la sicurezza.