Autore:
Luca Cereda

PRIMIZIA Arriva dal Brasile la prima moto "flex fuel". E' non è propriamente un caso, dato che lì circa il 90% delle nuove auto vendute è predisposta per essere alimentata da due carburanti (in genere benzina e bioetanaolo, che in Brasile producono in ingenti quantità ricavandolo dalla canna da zucchero).

IDEA Una statistica che probabilmente ha fatto trillare un campanellino nella testa dei progettisti Honda: perché non offrire la stessa tecnologia su due ruote? Con tutti i vantaggi competitivi che ne deriverebbero qualora questa tendenza dovesse prendere piede anche nel mercato delle moto.

PIENO "À LA CARTE" Honda CG 150 Titan Mix è il nome completo di questa naked small-size. Esce direttamente dalla filiale carioca di Honda, ma monta un sistema di iniezione sviluppato indipendentemente dalla Casa. Al distributore, il motociclista ha tre opzioni: può metterci benzina, bioetanolo, oppure una miscela di ambedue i carburanti.

PREZZO CARIOCA I vantaggi sono arcinoti: consumi più parchi e basse emissioni di CO2, aspetti entrambe importanti per chi in moto percorre quotidianamente diversi chilometri per andare al lavoro. Sempre ammesso che il prezzo del bioetanolo sia competitivo, a differenza degli States dove la benzina è molto più economica. In Brasile, la CG 150 è sul mercato da qualche giorno al prezzo di 6340 real, pari a circa 2100 euro. Honda stima di riuscire a venderne 200.000 pezzi all'anno.


TAGS: honda cg 150 titan mix