Autore:
Simone Coggi

E infati tali modelli sono (quasi) sempre rimasti confinati all’interno del mercato nipponico. Detto questo, è impossibile non riconoscere nella CB400SS presentata al Tokio Motor Show il DNA delle Four (350, 400, 500, 750) di più di vent’anni fa, rimaste nei cuori di molti come le capostipiti – forse – di tutte le generazioni seguenti di moto sportive moderne.

Ora i cilindri non sono più quattro, ma uno solo. Dotato di avviamento elettrico, ma anche di una "sfiziosa" leva kickstarter, il motore è raffreddato ad aria, e probabilmente più che sufficiente ad offrire emozioni da passeggio, certo non a soddisfare i pruriti sportivi come accadeva le progenitrici.

Davanti c’è un bel disco a trasmettere sicurezza, e le cromature old style presenti un po’ ovunque sono un sicuro richiamo per grandi e piccini.