Autore:
Andrea Minerva

Il rally Due Valli ha l’onore, anche nel 2016, di chiudere le vicende del campionato italiano rally. Anche in questo caso si corre esclusivamente sul fondo asfaltato, lungo prove speciali che sono entrate nella tradizione di questa specialità del motor sport. Il recente reintegro nel calendario della Serie tricolore ha certamente ridato lustro ad una gara che ha iniziato a far parlare di sé già a partire dagli anni ’70 e ’80. Il fulcro di tutto l’evento è la splendida città di Verona, nella quale si svolgono le cerimonie di partenza e arrivo, dove ha sede il parco assistenza, e nei cui paraggi si svolge le celebre prova speciale “Torricelle”, non la più determinante in termini di classifica, ma particolarmente spettacolare e ambita dal pubblico, in quanto il percorso si snoda a ridosso del capoluogo scaligero. Le altre prove speciali, molto tecniche e “guidate”, caratterizzate da lunghe sequenze di curve strette e tornanti impegnativi, spesso in discesa, sono la “Badia Calavena”, la “Marcemigo”, la “Porcara” e la sempre e giustamente temuta “Ca del diaolo”, lunga poco meno di 24km e storicamente decisiva per tutti gli equipaggi che ambiscono al successo nel rally Due Valli. E’ andata così anche lo scorso anno, quando il serrato duello tra la Ford Fiesta R5 di Basso e Granai e la Skoda R5 di Scandola e D’Amore si è risolto a favore dei secondi proprio nel corso della “Ca del Diaolo”, quando la Fiesta ha improvvisamente patito un problema all’idroguida. Al terzo posto, sempre nel 2015, naturalmente, la coppia Andreucci e Andreussi con la Peugeot 208 T16 R5. Un risultato sufficiente alla filiale italiana del marchio francese per conquistare l’ennesimo titolo Costruttori, il nono, della sua storia. Il rally Due Valli è l’ultima prova del campionato italiano rally e si svolge alla metà di ottobre, facile quindi immaginare che anche l’incertezza del meteo, come già capitato in altre occasioni, potrebbe diventare un elemento decisivo, non solo per la classifica finale della gara ma anche per le sorti di un’intera stagione di rally e motor sport.


TAGS: peugeot rally andreussi CIR campionato italiano rally 2016 cir 2016 andreucci rally due valli 2016