Autore:
Gilberto Milano

PHON COL TURBO E ora anche chi ha la chioma fluente potrà soddisfare il bisogno di viaggiare in auto con il turbophon sempre acceso. A settembre arriva la Mini Cabrio Cooper S, la più potente e veloce delle versioni previste finora e in assoluto la prima della sua categoria a disporre di 170 cavalli e filare fino a 215 km/h. Una cabrio da domare con piglio sportivo, da tenere sempre su di giri per via di quei 220 Nm di coppia massima disponibili a 4000 giri.

CARATTERINO Le prestazioni del resto sono inequivocabili. Dei 215 km/h s'è detto, ma anche nello scatto non scherza: i 100 km/h con partenza da fermo si raggiungono in soli 7,4 secondi, meno di una Bmw Z4 con cilindrata 2.2. A spingerla così velocemente sarà il quattro cilindri con compressore e intercooler che tutta questa potenza (125 kW) la mette tutti a disposizione a 6000 giri. Il cambio a sei marce (di serie) consentirà di dosare meglio le intemperanze del carattere e di contenere i consumi dichiarati in una media (dichiarata) di 8,8 litri ogni 100 chilometri.

NEL SEGNO DELLA Z Il tettuccio, come già annunciato, sarà scorrevole fino a scoprire completamente l’abitacolo. L’operazione, completamente automatica, richiederà solo 15 secondi, anche perché l’intera capote si raccoglierà dietro i sedili posteriori ripiegandosi con una piegatura a Z che non richiede copri-capote.

DOPPIA APERTURA Con un primo tocco di pulsante si potrà far scorrere solo la parte superiore del tettuccio, mentre con un secondo tocco il tetto si ripiegherà completamente. Per gli incerti, quelli che apro o non apro, e se poi fa freddo?, ci sarà la possibilità di far scorrere un pezzo di tettuccio (40 cm) anche in movimento, perfino a 120 km/h, così da valutare meglio il da farsi. Chiuso o aperto fa la sua differenza anche all’interno del bagagliaio, che dai 165 litri a tetto alzato passa a 120 litri quando la capote scende.

QUATTRO AMICI All’interno i posti a sedere sono quattro, ma meglio premunirsi di amici non troppo ingombranti quando si viaggia a pieno carico perché i due che siederanno dietro rischiate di perderli, anche per strada... Dentro si è accolti da sedili sportivi e interni a scelta, con tre combinazioni diverse di abbinamento stoffa/pelle e tre combinazioni di sola pelle.

DIFFERENZE Come già visto nella Cabrio One, la posizione degli strumenti è differente rispetto alle versioni chiuse, con il contagiri multifunzione dietro il volante affiancato dal tachimetro mentre nel padellone centrale trovano posto gli strumenti secondari. Il volante è a tre razze.

QUASI FULL OPTIONAL Oltre al tettuccio scorrevole e il lunotto di cristallo, la Mini Cabrio Cooper S ha di serie un equipaggiamento molto ricco che comprende il doppio roll-bar cromato, due airbag anteriori e due laterali, ABS a quattro sensori, EDB (Electronic Brake Force Distribution), il controllo della frenata in curva (CBC), il controllo dinamico di stabilità (DSC), i fari fendinebbia, il climatizzatore manuale, la radio con lettore di CD, ruote da 16" in lega, gomme run flat, indicatore della pressione pneumatici, alzacristalli e regolazione specchietti retrovisori elettrici, servosterzo, Park-Distance Control, regolazione in altezza del sedile pilota, chiusura centralizzata con telecomando.

COSI' E' AL TOP I più esigenti potranno completare la personalizzazione con altri accessori a pagamento, tra cui i fari anteriori allo xeno, il navigatore satellitare, hi-fi ad alta qualità, parabrezza con sistema di sbrinamento incorporato, climatizzatore automatico, cerchi in lega vari, volante multifunzione, sensori di pioggia e retrovisore interno con sistema antiabbagliamento automatico. I prezzi sono ancora da definire.

NOVITA' 2004Tetto a parte, la Mini Cabrio Cooper S presenta anche lei alcune delle piccolissime novità estetiche che caratterizzano tutte le Mini del 2004. Tutte le Mini ricevono vetri dei fari più chiari con in optional i fari allo xeno. Mini One e  Mini Cooper inoltre montano i paraurti anteriore e posteriore modificati, che perdono le due modanature cromate e acquistano una barretta che attraversa la presa d'aria inferiore. Nel caso della Cooper S invece le novità sono riservate solo al posteriore, nelle luci in particolare. Come si può notare, il faretto centrale sopra gli scarichi si è trasformato da faro retromarcia in faro retronebbia, mentre le luci della retromarcia sono finite all'interno dei gruppi posteriori. 

ARCOBALENO Dieci i colori previsti per la cabrio, due dei quali, Hyper Blue e Dark Silver, riservati esclusivamente alla Mini cabrio Cooper S. Tre invece quelli riservati alla capote in tela, disponibile in nero, blu e verde. Gli specchietti retrovisori sono nello stesso colore della carrozzeria.

CARO VITA Il minimo per accedere al mondo dei senza tetto Mini è di 19.700 euro chiavi in mano per la Mini Cabrio One, ben 3.600 della omologa versione chiusa. Un rapporto aperto/chiuso che si ripete anche nelle altre versioni. Per la Mini Cooper cabrio si parte da 21.750 euro (18.150 quella chiusa) mentre per la versione top, la Mini cabrio Cooper S, il prezzo sale a 26.100 euro, ovvero 3650 euro in più della Cooper S chiusa.