Autore:
Paolo Sardi

FUOCHINO Un po’ di euro in meno e qualche settimana in più. A tanto ammontano gli errori nelle stime che avevamo fatto nel lontano mese di febbraio circa i prezzi e l’epoca di lancio della Tucson. Peccati tutto sommato veniali, alla luce del criterio di calcolo adottato, rigorosamente spannometrico. Ora, invece, tutto è ufficiale: bando dunque alle ciance e sotto con i numeri.

DOPPIA COPPIA

La Hyundai farà partire le vendite della Tucson il 12 di luglio. A comporre la gamma saranno quattro versioni, due a benzina e due turbodiesel, con le prime alla base e al top del listino e le seconde a comporre la fascia intermedia. La Tucson d’accesso sarà la 2.0 16V Active, venduta a 22.100 euro mentre la versione di punta sarà la 2.7 V6 Dynamic, dal costo di 27.300 euro. A fare la parte del leone nelle vendite saranno comunque le Tucson a gasolio, spinte dal turbodiesel 2.0 CRDi già montato anche dalla Santa Fe. I livelli di allestimento saranno sempre Active e Dynamic, offerti rispettivamente a 24.500 e 26.300.

NATA CON LA CAMICIA

Per tutte le versioni è previsto un solo optional, ovvero la vernice metallizzata, che avrà un costo di 400 euro. La dotazione di serie sarà piuttosto ricca. Ogni Tucson sarà equipaggiata con ABS, EBD, 6 airbag (tra cui quelli a tendina per i passeggeri anteriori e posteriori), climatizzatore, antifurto, computer di bordo, barre portatutto, controllo elettronico della trazione, sintolettore CD-Mp3 e vetri oscurati.

GUERRA TOTALE

Ce n’è abbastanza per iniziare a far passare qualche notte insonne al gruppo della concorrenza che, viste le dimensioni della Tucson (lunghezza 432 cm, larghezza 179 e altezza 173), può essere individuata in Toyota Rav 4, Honda CR-V, Land Rover Freelander e Nissan X-Trail. Ora non resta che attendere che il mercato pronunci il verdetto definitivo.

TAGS: hyundai tucson: tutti i prezzi