Autore:
Paolo Sardi

OROSCOPO Prima che a pronunciarsi siano gli astrologi, provo io ad azzardare una previsione: il 2014 sarà l'anno del car sharing, almeno a Milano. Dopo il successo delle prime iniziative, nel capoluogo lombardo sta infatti per debuttare un nuovo servizio di noleggio auto istantaneo chiamato Enjoy, che porterà a 1.500 il numero delle auto collettive presenti sul territorio e che coinvolge nomi quali Eni, Fiat, Trenitalia e CartaSi. L’iniziativa è firmata dal Cane a sei zampe, cui Fiat fornisce una flotta di trecento 500 rosse gommate all season (che diventeranno presto 600, con una cinquantina di 500L a completare il parco mezzi). Dal canto suo, Trenitalia con il brand Frecciarossa rappresenta un partner ideale del progetto, visto che il car sharing è perfetto anche per chi raggiunge la città in treno (e chi ha la CartaFreccia ha pure condizioni agevolate sul noleggio). CartaSi, invece, mette a disposizione la sua piattaforma per il pagamento virtuale, che può avvenire con carta di credito o prepagata.

ISTRUZIONI PER L’USO Entrando più nel dettaglio, il car sharing Enjoy fa della semplicità il suo biglietto da visita. L’iscrizione e la fruizione del servizio avvengono senza che sia necessario inviare alcun documento, registrandosi tramite il sito o l’apposita app (entrambi operativi a breve). Una volta abilitati, si può prelevare e restituire l’auto in qualunque punto della città, prenotandola nella mezzora precedente al suo utilizzo o semplicemente trovandola libera per strada. La 500 può quindi essere usata per tutto il tempo che si desidera e la tariffa è pay-per-use all inclusive, comprensiva di ogni genere di costo, dall’assicurazione alla benzina.

FACCIAMO I CONTI Utilizzare una Fiat 500 di Enjoy costa 25 centesimi al minuto, almeno per i primi cinquanta chilometri. Superata tale percorrenza si deve mettere in preventivo un extra di 25 centesimi per ogni ulteriore chilometro, mentre, se si vuole continuare a disporre dell’auto senza il rischio che qualcuno la porti via mentre si sta facendo qualche commissione, durante la sosta il costo scende a 10 cent./minuto. Il noleggio della Fiat 500 termina quando la si parcheggia, cosa che si può fare in qualunque punto della città, indifferentemente dalla presenza di strisce bianche, gialle o blu, oppure in appositi spazi all’interno di alcune Eni Station milanesi. Nessun costo aggiuntivo è previsto infine per l’accesso alla centralissima Area C, visto che chi gestisce Enjoy paga già all’amministrazione comunale un forfait annuale per ciascuna delle macchine della flotta. La formula ha insomma tutte le carte in regola per piacere e in un futuro prossimo il car sharing Enjoy sarà lanciato anche in altre città, In Italia (le prime potrebbero essere Roma e Torino) e all’estero.