Autore:
Paolo Sardi

DOPPIA IDENTITA' La C4 si presenta per ora con due diverse carrozzerie, una berlina a cinque porte e una coupé. Ad accomunarle è il frontale, solcato da una specie di binario che costituisce un'estensione dell'immancabile double chevron. Alle sue estremità si trovano fari dalla forma allungata che si spingono su per il cofano e i parafanghi, dall'aria vagamente bombata. Le linee curve caratterizzano anche il profilo del padiglione, che in entrambi i casi pare tracciato facendo ricorso a un compasso. Anche se il tratto della coupé è molto più sfuggente di quello della cinque porte, il Cx è per ambedue di 0,28.

IN DUE TEMPI Le maggiori differenze si incontrano però nella parte posteriore. Quella della berlina ha una linea che si innesta dolcemente con il tetto e ne rappresenta la logica conseguenza. Per la coupé si ha invece un taglio netto, con anche il lunotto che si sviluppa in due tempi, diviso quasi a metà da uno spigolo vivo e con la parte finale in verticale. Una soluzione, questa, per niente comune e portata alla ribalta in passato dalla Honda CRX amata anche da Ayrton Senna.

TUTTO AL CENTRO Se lo stile della carrozzeria colpisce, quello dell'abitacolo non è certo da meno. Ai lati la plancia ha un look piuttosto minimalista, con tutto quel che serve concentrato nella zona centrale. La consolle è così molto massiccia ed è sormontata da un'ampia palpebra, sotto la quale trova posto la strumentazione. Parte delle informazioni sono invece visualizzate in un display fotocromatico che regola la propria luminosità in funzione della luce nell'abitacolo.

EFFETTI SPECIALI L'elemento di maggior impatto visivo è tuttavia il volante multiunzione. La sua caratteristica distintiva è quella di avere la parte centrale, con i comandi secondari, fissa e non solidale con la corona. Questo ha consentito di ottimizzare l'efficacia dell'airbag pilota, la cui forma è pensata per assicurare una protezione più mirata. Tra le altre particolarità annuciate vi sono finestrini stratificati come il parabrezza, una soluzione che migliora la sicurezza dei passeggeri e la silenziosità dell'abitacolo. Degno di nota anche il dispenser di fragranze per profumare l'abitacolo, naturalmente con profumi francesi...

ARIA DI CASA Realizzata sulla base del pianale della 307, la C4 ha un passo di 261 cm mentre per la lunghezza si parla di circa 425 cm. Almeno inizialmente la gamma motori non dovrebbe presentare novità clamorose e dovrebbe essere frutto di una selezione di quanto esistente oggi nelle linee del Gruppo Psa. A comporre la famiglia saranno quindi sia motori a benzina sia turbodiesel, con potenze rispettivamente da 90 a 180 CV e da 92 a 138 CV.


TAGS: anteprima: citroën c4 vota l'auto dell'anno 2005