Autore:
Luca Cereda

FANTASY Alzi la mano chi non conosce i Simpson. E alzi la mano chi, almeno una volta nella vita, non avrebbe voluto vedere qualche personaggio, oggetto o episodio dei cartoni animati preferiti divenire realtà. Qualcosa del genere sta per accadere in America, alla 24 ore di LeMons 2013, celebre gara di endurance in chiave goliardica, parodia della mitica Le Mans. Dove sulla griglia di partenza si presenterà The Homer, l’auto progettata da Homer Simpson.

LA STORIA Tutto risale a un episodio della seconda stagione del cartoon (guarda il video).Quando Homer scopre di avere un fratello, Herb, che è praticamente il suo opposto: di bell’aspetto, capelluto, ricco, brillante e di successo, proprietario di un’industria – la Powell Motors – che produce automobili a Detroit. I due finalmente si incontrano e, per risollevare l’autostima di Homer, Herb gli chiede di disegnare la Homermobile, l’automobile per l’americano medio (chi meglio di Homer potrebbe fare centro…).  Ma il risultato è, esteticamente parlando, un fiasco totale. Come a suo modo dimostra questa The Homer fotografata da David Moore, replica abbastanza fedele all’originale realizzata sulla base di una vecchia BMW E30. Con giusto qualche modifica alla carrozzeria…

GENIO INCOMPRESO? Ma ai ragazzi di Porcubimmer Motors, come pure a tanti fan dei Simpson, la Homermobile è rimasta nel cuore. Dopotutto è un’auto ricca di soluzioni furbe:  dal portabibite  incorporato alla portiera – per chi guida sempre col braccio sinistro fuori dal finestrino – alla scaletta per salire a bordo – se l’altezza da terra vi spaventa -, per finire con una zona separata e incapsulata dove relegare i figli – onde evitare di finire assillati dai loro capricci. E vogliamo parlare dell’alettone? Farebbe impallidire un bolide da Pikes Peak. Insomma, per la combriccola della LeMons Homer resta un genio incompreso.  


TAGS: the homer the simpsons homer simpsons car