Autore:
Luca Cereda

SON RAGAZZIPiù di uno su due ammette di averlo fatto: guidare sotto l’effetto di alcolici o accettare un passaggio da amici che avessero alzato un po’ troppo il gomito prima di mettersi al volante. Lo dice una ricerca di Ford condotta su un campione di 5.000 giovani tra i 18 e i 24 anni, dei quali ben il 56% ha messo la propria vita a repentaglio almeno una volta. Più o meno consapevolmente…

CAPIAMOCI  In realtà di consapevolezza qui ce n’è ben poca. Sempre nella stessa indagine, due intervistati su tre (66%) hanno dichiarato di non conoscere i limiti dei tassi alcolemici tollerati per legge; figuratevi se si rendono conto degli effetti che l’alcool può avere sui riflessi dell’uomo e sulle sue capacità di guida. I freddi numeri, di per sé stessi, insegnano solo se si ha la briga di rifletterci sopra. Un esempio? Secondo uno studio della Commissione Europea, l’alcool causa il 25% degli incidenti mortali. Ciò significa uno su quattro: tanti, troppi. Ma a un giovane basta immagazzinare un dato per rendersi conto realmente del pericolo che corre bevendo alcolici oltre il dovuto?

MI VESTO DA SBRONZO Non secondo Ford, che da tempo è impegnata a calcare la mano sull’argomento con i suoi corsi Driving Skills For Life (per approfondire, vedi correlate). Ricorrendo a metodi decisamente più coinvolgenti come la Drink Driving Suit. Una muta che a vederla ti fa sentire il protagonista di un action movie ma che in realtà simula lo stato di ebbrezza grazie a una serie di accessori che alterano i sensi. Insomma, ti vesti come un eroe ma ti muovi come uno sbronzo.

E QUI TI VOGLIO Il kit completo comprende un paio di cuffie che riducono l’udito e rallentano i tempi di reazione, occhiali per vederci doppio, una fasciatura al collo per limitarne i movimenti, e poi fasciature ai gomiti, polsiera e cavigliera (da indossare sul lato opposto della polsiera), che così l’equilibrio è compromesso. Chiudono il quadro fasciature alle ginocchia per rallentare i movimenti delle gambe, e poi siete pronti. Pronti a fare uno slalom tra i birilli, a completare un parcheggio in retro o semplicemente a camminare lungo una linea bianca come se aveste trangugiato qualche birretta di troppo. Cosa succede a quel punto, lo potete scoprire cliccando “play” sul video in testa alla pagina, più esaustivo di mille parole.


TAGS: ford guida in stato d'ebbrezza ford alchool