Autore:
Marco Rocca

Oggi ho incontrato Massimo Roserba, direttore generale del Gruppo PSA Italia in carica dal 22 febbraio di quest'anno. Pescarese di 48 anni, con un passato in Ford, Fiat e Alfa Romeo è subentrato a Olivier Mornet dopo il suo mandato durato 5 anni. L'incontro con la stampa è stato lo spunto ideale per parlare della situazione attuale del Gruppo.  

COME SI POSIZIONANO I MARCHI ALL'INTERNO DEL GRUPPO? PSA ha lavorato molto sulla differenziazione dei Brand, perché Brand significa differenziazione.

Peugeot punta a caratterizzarsi con la sua tecnologia. Ne è un esempio il nostro posto guida che è una soluzione unica sul mercato: l’i-Cockpit, cioè una configurazione con un volante ridotto, un quadro strumenti in posizione alta e un grande schermo touchscreen. 

Citroën è creatività pura. Lo testimonia la sua storia, auto dallo stile forte, che offrono servizi innovativi, con tecnologia utile e facile da usare, tutto al servizio del benessere. Oggi i modelli Citroen più emblematici di questo posizionamento sono la C4 Cactus, la e-Mehari e la Nuova C3 che nello stile riprende la Cactus con gli ormai famosi AirBump.

Quella di DS, invece, è una sfida stimolante, perché si tratta di ri-creare un Marchio Premium, prendendo spunto dalla mitica DS presentata 61 anni fa. DS oggi si ispira esattamente a questi stessi valori e vuole portare nel settore automobilistico il lusso alla francese. Un lusso al quale, però, il cliente tipo per questa tipoligia di auto non è più abituato". 

CI SONO NOVITA' ALL'ORIZZONTE? "Ci sono 13 importanti novità a partire dal prossimo anno. L'idea è quella di ampliare molto il segmento SUV, oggi in forte crescita . Per la trazione integrale ci affideremo all'aiuto della tecnologia ibrida implementando quello che già abbiamo fatto con 508 RXH". 

E LA GUIDA AUTONOMA? "Stiamo sviluppando questa tecnologia che arriverà sui modelli tra qualche anno. Il fatto di lavorarci, però, ci consente per ora di proporre sistemi di sicurezza più efficienti per i modelli che saranno lanciati a brevissimo".

COME SONO ANDATE LE VENDITE NEI PRIMI 6 MESI? "Oggi il gruppo ha diffuso i risultati commerciali dei primi 6 mesi attestandosi sulle stesse vendite 2015 nel pari periodo, con i due importanti exploit dell’Europa che cresce del 7,4% e dell’America Latina che cresce del 16,4%. Nei primi sei mesi, in Italia abbiamo immatricolato quasi 92mila auto, 54mila Peugeot, 35mila Citroën e 2.500 DS, quindi 12mila auto in più dello scorso anno". 

CHE MI DICE A PROPOSITO DELLA NUOVA STRATEGIA PUSH TO PASS?  “Pochi mesi fa è stato lanciato il così detto Push To Pass, ovvero un piano di crescita, per migliorare la nostra competitività su tutti i mercati. Il rinnovamento del Gruppo, gli investimenti in ricerche e sviluppo, il piano prodotto, tutto questo per noi significa che avremo grandi opportunità e tanto lavoro da fare. In altre parole, dovremo compiere un deciso cambio di passo per sfruttare questa occasione e portare il Gruppo PSA al primo posto tra i Gruppi esteri in Italia entro il 2020


TAGS: peugeot citroën ds gruppo psa