Autore:
Marco Rocca

QUANDO LE DIMENSIONI CONTANO Al Consumer Electronic Show 2014 di Las Vegas (CES per i più initimi) anche Kia, dopo Audi e BMW, porta il suo bel bagaglio di tecnologia utile a semplificare la vita del driver che, sempre più spesso, oggi si trova a dover fronteggiare rotelle che fungono da mouse, pannelli a sfioramento e comandi vocali tutt’altro che intuitivi. Nell’ottica della massima integrazione uomo- macchina la Casa coreana ha sviluppato una nuova plancia più user friendly che mai.

A TESTA ALTA Con l’acronimo UCD (User Centered Driver) il concept si compone, in primis, di quello che è forse il più grande head up display della storia (ben 18 pollici), utile a trasmettere informazioni nel modo più immediato possibile al conducente. A tutto ciò si aggiunge un più classico display TFT da 12,3 pollici che offre la visuale 3D delle informazioni vitali del veicolo grazie alla tecnologia  Eye Tracking, che si mantiene sempre chiara e ben leggibile da qualsiasi angolazione lo si osservi.

A VOCE E’ MEGLIO Sotto le luci dei riflettori nello stand KIA fa bella mostra anche il sistema infotainment UVO (leggi correlate per approfondire) sviluppato in stretta collaborazione con Google e messo a disposizione del pubblico che ha potuto saggiare direttamente l’intuitività delle funzioni vocali nella stesura di SMS e nella ricerca di brani musicali. 


TAGS: ces 2014 las vegas kia kia uvo system ces 2014