Autore:
Alberto Grisoni

PRAGMATISMO SCANDINAVO Una strategia a due tempiper la via al motore pulito di Volvo, un marchio che dell'ecologismoha sempre fatto una delle sue bandiere. Una di lungo periodo, con losguardo rivolto al futuro, basata sui biocarburanti e le tecnologie ibride;l'altra, legata alla situazione attuale, che punta al miglioramentodell'efficienza delle tecnologie esistenti.

PAROLA D'ORDINE: EFFICIENCY Nell'immediato, la grandenovità è la versione speciale della Volvo C30 che vedremo nel 2008,ribattezzata non a caso Efficiency: monta un motore 1.6 turbodiesel con unconsumo di 4,5 litriogni 100 chilometried emissioni di CO2 inferiori a 120 grammi per chilometro. Unariduzione dei consumi di 0,4 litri e delle emissioni di circa 9 grammi di CO2 achilometro rispetto alla C30 tradizionale.

LA RICETTA SVEDESE I tecnici svedesi hannooperato su aree individuate anche dalle altre Case automobilistiche: l'aerodinamica,la resistenza al rotolamento, il miglioramento del sistema di marcia e l'efficienzadell'energia di trazione. Sul fronte aerodinamica, laC30 presenta un telaio meno alto, un sistema di raffreddamento motoreottimizzato, dei cerchioni da 16'' riprogettati, un nuovo spoiler posterioreeun paraurti posteriore modificato.

SPAZIO ANCHE ALL'ESTETICA Nuovi pneumatici garantiscono una minoreresistenza al rotolamento, mentre per migliorare l'efficienza dell'energia ditrazione sono state apportate modifiche al servosterzo e al sistema digestione del motore, oltre all'impiego di un nuovo olio per la trasmissione. Lanuova identità della C30 Efficiency dovrebbe anche essere sottolineata da alcunielementi estetici e visuali, ma per scoprirli dovremo attendere ancora un po'di tempo.

UNA MARCIA IN PIU' La C30 sarà il primo modello Volvo dotato diPowershift, una nuova scatola del cambio: composta in pratica da duescatole del cambio manuali che lavorano in parallelo e sono controllate da duefrizioni separate; la Powershift evita qualunque interruzione nellaforza di torsione, assicurando un cambio di marcia immediato e aumentando l'efficienza. La Powershift permette una riduzionedei consumi dell'8% e sarà disponibile anche sulle Volvo S40 e sullaV50 con il motore 2.0D turbodiesel.

IL MOTORE CHE VERRA' Per il futuro, i tecnici Volvo hanno prospettivediverse a seconda del carburante utilizzato: per i motori a benzina, siparla di un miglioramento della tecnologia di iniezione direttae di un controllo avanzato della miscela aria/combustibile e delle valvole.Più complicata la questione per i motori diesel: qui la sfida, diconoa Goteborg, non è tanto diminuire il consumo di carburante,quanto abbassare le emissioni, ad esempio quelle di ossidi di azoto,senza intaccare i livelli già bassi dei consumi.


TAGS: la ricetta di volvo salone di francoforte 2007