Autore:
Marco Rocca

QUANTI ANNI HAI? Dopo 34 anni di onorato servizio passati a caricare e scaricare la qualunque, l’erede del mitico Estafette, che i più conosceranno con il nome di Renault Trafic cambia di nuovo faccia. Con lo slogan di furgone da vivere, il lancio del Renault Trafic 2014 porta con sé esterni e interni rinnovati e sotto il cofano la modernissima unità Diesel 1.6 dCi.

FACCIA NUOVA Dopo aver rimodernato tutta la gamma ora Renault è passata ai veicoli commerciali e così anche il Renault Trafic 2014 sfoggia il nuovo logo della losanga ora ingrandito e sistemato in posizione quasi verticale, come impone la nuova identità della casa francese. La matita dei designer si è poi concetrata nel creare un frontale più dinamico e slanciato con gruppi ottici allungati, più espressivi di quelli del precedente modello. Il parabrezza è stato inclinato maggiormente per migliorare la penetrazione aerodinamica, e quindi i consumi, e sono state ridisegnate anche le grosse prese d’aria anteriori.

COME IN UFFICIO Cambiamenti di sostanza non solo per la linea. Già perché i progettisti francesi hanno tenuto in altissima considerazione anche l’abitacolo, che hanno arredato con soluzioni che facilitano la vita di chi usa il furgone ogni giorno per lavoro. Così sono arrivati, oltre al porta smartphone, anche il supporto per inserire un tablet di misura compresa tra 4,8 e 10,6 pollici. Inoltre, reclinando il posto centrale è possibile sfruttarne lo spazio per alloggiare un computer portatile (fino a 17 pollici). Rimane comunque disponibile anche il sistema di navigazione R-Link Evolution da 7 pollici.

CHE CAPACITA’! Il nuovo Renault Trafic 2014 sorprende, oltre che per la capacità di carico, variabile a seconda della versione, anche per la praticità con cui è stato suddiviso lo spazio del vano. Gli ingegneri sono riusciti a ricavare spazio laddove non osano gli altri furgoni. Più precisamente, grazie a un’apertura, sono riusciti a oltrepassare la paratia che separa l’abitacolo dal piano di carico, creando lo spazio necessario per caricare oggetti lunghi fino a 4,15 metri. In questo caso, il sedile passeggero reclinabile fa il resto per lasciar spazio agli oggetti lunghi.

IL NUOVO CUORE La gamma motori che equipaggia il Renault Trafic 2014 si basa tutta sul nuovo 1.6 dCi di ultima generazione sviluppato in due varianti: con singolo turbo o doppio turbo a geometria variabile. Ad aprire le danze, nell’ordine, ci sono il dCi 90 (260 Nm) e il dCi 115 (300 Nm). Passando al biturbo si sale all’ Energy dCi 120 Twin Turbo (320 Nm) fino al top di gamma, l’Energy dCi 140 Twin Turbo (340 Nm). Per tutte le motorizzazioni, comunque, la Casa garantisce consumi che, a seconda della motorizzazione, vanno da 6,5 litri per 100 km del dCi 115 sino alla soglia minima di 5,7 per l’ Energy dCi 120 Twin Turbo. A ogni modo, tutti i motori godono di maggiore coppia ai bassi regimi rispetto al passato e di conseguenza di maggior spunto anche a pieno carico. Nuovi i motori ma rinnovate anche le possibilità di configurazione del Trafic (che per la cronaca sono ben 270). Si possono infatti scegliere tra 2 altezze, altrettante lunghezze, carrozzeria furgone, furgone doppia cabina, pianale cabinato o per il trasporto passeggeri; oltre alla possibilità di scegliere una serie di veicoli già allestiti dai carrozzieri autorizzati e da Renault Tech.


TAGS: renault trafic 2014