Autore:
Paolo Sardi

TOP SECRET Per ora della Lada XRAY non si sa molto. Presentata al Salone di Mosca e figlia della matita di Steve Mattin, designer proveniente da Volvo, è una crossover compatta a tre porte e quattro posti e per ora sembrerebbe destinata a restare un esercizio di stile. Il condizionale è però d'obbligo, perché, se è vero che non si sa su quale pianale sia confezionata né quale motore alberghi sotto il cofano, è vero altresì che la Lada ha una tradizione consolidata in materia di tuttoterreno compatte: la Niva solcava steppe e strade prima ancora che venisse coniato il termine crossover.

ATTILLATO E ora che questo genere va per la maggiore, in Russia a qualcuno deve essere veniuta voglia di rinverdire i fasti del passato e di buttarsi nella mischia. In attesa di sviluppi, la Lada XRAY si lascia guardare, con il suo frontale che - non a caso - disegna una X, e con i passaruota muscolosi. Non meno originale è il padiglione con tetto panoramico in cristallo, che gira svelto sopra il lussuoso abitacolo a quattro posti per sembrare poi quasi sospeso in coda, complici le luci che rivestono i montanti posteriori.


TAGS: anteprima lada xray